Corea del Nord, missile sorvola lo spazio aereo del Giappone

Poche ore fa un missile della Corea del Nord ha sorvolato il territorio giapponese nei pressi dell’Isola di Hokkaido. Protesta vibrante di Tokyo; convocato d’urgenza il Consiglio di sicurezza dell’Onu.

PACIFICO – Alle 6.29 locali (nella notte tra lunedì e martedì in Italia, ndr), un missile della Corea del Nord ha sorvolato il territorio giapponese all’altezza dell’isola di Hokkaido per finire poi nel mar del Giappone frantumandosi in tre pezzi a 1.180 km dalla città di Cape Erimo. Quest’ultima azione di Pyongyang si iscrive alla lunga serie di “provocazioni” e minacce che il regime di Kim Jong-un sta infondendo nell’area del Pacifico. Appena tre giorni fa, infatti, tre missili balistici a corto raggio sono stati lanciati nell’arco di 30 minuti: uno è esploso subito mentre gli altri due hanno percorso circa 250 chilometri prima di cadere nel Mar del Giappone.

Le caratteristiche

Secondo quanto riferito da fonti militari della Corea del Sud, il missile lanciato dalla Corea del Nord è di tipo balistico: il vettore ha percorso 2.700 km e raggiunto un’altezza massima di 550 km. Washington è in contatto costante con Seul al fine di monitorare la situazione: non si escludono, infatti, altre azioni da parte di Pyongyang. Il Governo nipponico ha riferito che non sono stati segnalati danni e che non si ha notizia di oggetti caduti sul territorio nipponico, né risultano incidenti occorsi a navi o alle rotte aeree.

La reazione del Giappone

A Tokyo c’è massima preoccupazione. Il premier nipponico Shinzo Abe ha dichiarato: “Faremo ogni sforzo per proteggere la popolazione. Il missile ha attraversato il nostro spazio aereo“. Poi, Abe ha presieduto una riunione di urgenza del suo Gabinetto. Il capo di gabinetto del governo giapponese, Yoshihide Suga, ha condannato il lancio del vettore: “Questa azione è una grave minaccia senza precedenti alla sicurezza del Giappone. Continueremo a a cooperare con gli Stati Uniti e la Corea del Sud sulla sicurezza militare“. Nel frattempo, è stato convocato d’urgenza il Consiglio di sicurezza dell’Onu.

ultimo aggiornamento: 29-08-2017

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X