Missionaria laica italiana uccisa in Perù. La donna potrebbe essere morta in un tentativo di rapina.

ROMA – Missionaria laica italiana uccisa in Perù. Come riportato da La Repubblica, l’aggressione nei confronti della donna è avvenuta intorno al 21 aprile, ma il decesso è stato comunicato dall’ospedale solamente nella giornata di sabato 24 aprile. La 50enne, infatti, è stata sottoposta ad un intervento chirurgico d’urgenza, ma il quadro clinico era molto grave e qualche giorno dopo la nostra connazionale è morta.

E’ stata aperta un’indagine per cercare di ricostruire meglio quanto successo. L’ipotesi al vaglio degli inquirenti è quella di una rapina finita male, ma si preferisce non escludere nessuna pista almeno fino a quando non si hanno prove certe.

Missionaria laica italiana uccisa in Perù

L’aggressione è avvenuta nella notte tra il 20 e il 21 aprile. La donna, secondo le prime informazioni, è stata sorpresa nel sonno dal suo killer. Diversi i colpi di machete nei confronti della 50enne prima di far perdere le sue tracce. Il trasferimento in ospedale è stato immediato per le gravi condizioni. I medici hanno subito effettuato una operazione d’urgenza, ma dopo quattro giorno è stato comunicato il decesso della nostra connazionale.

E’ stata aperta un’indagine per ricostruire meglio la dinamica di quanto successo e provare a risalire all’identità dell’aggressore. Nessuna ipotesi è esclusa anche se la pista più probabile sembra essere quella di una rapina.

SH_ambulanza
SH_ambulanza

Farnesina informata

La Farnesina è stata informata della vicenda. Come precisato dall’Adnkronos, il ministero degli Esteri è in contatto sia con l’ambasciata italiana e le autorità locali per avere tutte le informazioni sulle indagini in corso. Nelle prossime ore la famiglia della donna potrebbe volare in Perù per sbrigare tutte le pratiche burocratiche e riportare in Italia la missionaria laica.

Una vicenda che ha ancora diversi punti da chiarire e le autorità locali stanno effettuando tutti gli approfondimenti del caso.


Seconde case, le regole dal 26 aprile. Cosa cambia

Migranti morti in mare, Papa Francesco: “E’ il momento della vergogna” – VIDEO