La Procura della Repubblica di Rimini, avrebbe richiesto l’archiviazione in merito all’indagine sul caso di molestie Adunata Alpini.

L’incriminata Adunata degli Alpini, risalirebbe alle giornate dal 5 all’8 Maggio scorsi. A confermarlo, il procuratore Elisabella Melotti.

A far da perno alla richiesta della Procura, la mancata identificazione, dopo due mesi dagli eventi, circa i protagonisti potenziali delle molestie. Pare infatti che i dati sommati dagli investigatori, non abbiano portato ad una chiara identificazione delle molestie di cui sopra.

Il processo di indentificazione infatti, non sarebbe scarno di insidie di ogni sorta, sia per la presenza numerose di persone nello stesso spazio, sia per la copertura parziale delle telecamere di sorveglianza pertinenti la zona in questione.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il caso delle molestie degli Alpini

I protagonisti dei misfatti restano quindi non identificati, pur a fronte di decine di segnalazioni diffuse in rete da parte di alcune associazioni. Di queste, solo una sarebbe stata formalizzata dai Carabinieri.

Inoltre, l’unica testimone oculare, amica della giovane che ha denunciato le violenze, non sarebbe stata in grado di riferire particolari utili all’identificazione dei presunti molestatori.

Violenza donna ragazza
Violenza donna ragazza

Le ricostruzioni della vittima

Stando alle ricostruzioni pronunciate dalla vittima, all’indirizzo del Carabinieri, subito dopo i fatti, pare che la giovane vittima, sarebbe stata strattonata e attirata verso un gruppo di alpini, che con frasi a sfondo sessuale, l’avrebbero osteggiata, utilizzando l’ormai tristemente celebre catcalling.

Il reato per cui la Procura ha indagato è quello di molestie. La ragazza aveva denunciato questo comportamento anche attraverso i social, e il suo appello era stato raccolto dall’associazione ‘Non una di meno’ di Rimini, che aveva comunicato di centinaia di segnalazioni simili durante l’Adunata degli Alpini, lo scorso Maggio.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 05-07-2022


Sabrina Giannini: “Jova Beach andrebbe bloccato”

Razionamento dell’acqua: il caso di Verona