Il tecnico della Juve mette in guardia dagli avversari di domani: “Hanno meno esperienza, ma molto entusiasmo. Bisogna rispettarli

Alla vigilia della sfida tra Monaco e Juventus, il tecnico bianconero Massimiliano Allegri ha analizzato la semifinale mostrando grande rispetto per gli avversari, i monegaschi di Jardim. Queste le sue parole in conferenza stampa, riportate dalla Gazzetta dello Sport: “Il Monaco è una squadra da affrontare con concentrazione e spirito di sacrificio, senza pensare che sia un impegno facile. Loro magari hanno meno esperienza di noi, ma hanno entusiasmo e velocità. Giocano molto in verticale. Nelle ultime 15 partite ne hanno vinte 13, bisognerà essere molto bravi. Molto rispetto per questa squadra, per arrivare in finale bisogna giocare due gare giuste perché contro di loro è molto complicato. Falcao? Prima dell’infortunoi era uno dei più forti centravanti che c’erano al mondo. Ora sta tornando quel giocatore ed è pericolosissimo. Andata in trasferta? È indifferente, bisogna cercare di fare gol“.

Allegri: “Higuain sta facendo un’annata importante

Uno dei temi che sta accompagnando la vigilia di questa attesa sfida di Champions è l’astinenza da gol di Gonzalo Higuain nelle gare a eliminazione diretta. Un problema che non sarebbe tale, in realtà, per Allegri, il quale in conferenza stampa difende il proprio giocatore: “Higuain è stato acquistato per migliorare la squadra, sta facendo un’annata importante, non viene valutato solo per i suoi gol. A Barcellona ha giocato una gara importante, per me Gonzalo è sereno per la sua annata straordinaria“. Infine, sul proprio futuro, Allegri è stato chiaro: “Ci incontreremo con la società per parlarne, ma ora non abbiamo tempo“. Come dire: finiamo al meglio la stagione, il resto si vedrà.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
allegri calcio champions league evidenza Juventus Monaco

ultimo aggiornamento: 02-05-2017


Monaco-Juventus, Buffon: “Hanno eliminato grandi squadre, sarà una gara equilibrata”

Milan, Zaccheroni punge Montella: “Mi piace, però Pioli sul piano tattico gli è davanti…”