La nazionale italiana di nuoto per il Mondiale inizia a formarsi. 24 i pass conquistati agli Assoluti e ora obiettivo Settecolli.

RICCIONE – La piscina di Riccione consegna 24 pass agli italiani per il prossimo Mondiale di nuoto. Una cinque giorni che ha ribadito l’ottimo momento che il nostro nuoto sta attraversando con l’obiettivo principale che resta Tokyo 2020. Ma prima di arrivare alle Olimpiadi c’è il passaggio in Cina per il campionato iridato che potrebbe dare diverse soddisfazioni alla nazionale italiana.

Dalle star agli esordienti: gli azzurri qualificati per il Mondiale di nuoto

A Riccione sono 24 gli atleti che sono riusciti a ottenere il biglietto per la Cina. Ricordiamo che l’ultimo appuntamento è fra poco più di due mesi con il Settecolli che potrà regalare altri pass. Non falliscono gli appuntamenti i grandi di questo sport. Da Simona Quadarella a Gregorio Paltrinieri passando per Federica Pellegrini, Fabio Scozzoli, Martina Carraro, Gabriele Detti e Arianna Castiglioni.

Federica Pellegrini
Federica Pellegrini

Ma il mondo del nuoto italiano ci ha sempre regalato sorprese e anche questa volta non sono mancate. Qualificazioni per gli esordienti Marco De Tullio e Manuel Frigo in campo maschile mentre in quello femminile pass storico per il talento Benedetta Pilato che a soli 14 anni parteciperà al suo primo mondiale. Di seguito i pass completi ricordando che tutte le staffette hanno ottenuto il biglietto tranne la 4×100 stile libero.

Arianna Castiglioni (100 rana)
Simona Quadarella (800 stile libero, 1500 stile libero)
Gabriele Detti (400 stile libero, 800 stile libero, 4×200 stile libero)
Marco De Tullio (400 stile libero)
Martina Carraro (100 rana, 4×100 mista, 50 rana)
Benedetta Pilato (50 rana)
Federico Burdisso (200 farfalla)
Andrea Vergani (50 stile libero)
Elena Di Liddo (100 farfalla 57″80)
Thomas Ceccon (100 dorso, 4×100 mista)
Fabio Scozzoli (100 rana, 50 rana)
Nicolò Martinenghi (50 rana)
Federica Pellegrini (200 stile libero, 100 stile libero)
Gregorio Paltrinieri (800 stile libero, 1500 stile libero)
Alessandro Miressi (4×100 stile libero, 4×100 mista)
Manuel Frigo (4×100 stile libero)
Santo Yuko Condorelli (4×100 stile libero)
Filippo Megli (200 stile libero, 4×200 stile libero)
Matteo Restivo (200 dorso)
Margherita Panziera (100 dorso, 4×100 mista, 200 dorso)
Piero Codia (4×100 mista)

Nuoto, agli Assoluti diversi i record italiani battuti

Non solo pass Mondiali ma anche diversi record italiani battuti agli Assoluti. Un po’ di rammarico per Silvia Scalia che nei 50 dorso migliora il primato nazionale sia in batteria (27″91) che in finale (27″89) crono che non le è valsa la qualificazione. Si conferma in un momento straordinario Margherita Panziera. La veneta prima firma in staffetta il nuovo record nei 100 dorso con un 58″92 stratosferico e poi si ripete nei 200 con il crono di 2’05″72 che migliora di oltre tre decimi il precedente (2’06″18) che lei stessa aveva realizzato a Glasgow.

Due primati anche per Gabriele Detti nei 400 stile libero. In vasca lunga il livornese eguaglia il suo 3’43″46 del 2017 e poi nella Coppa Brema con un 3’36″63 realizza il miglior crono italiano in vasca corta. Il precedente era di 3’37″22 e risaliva al 2015. Una pagina di storia scritta anche da Federico Burdisso che nei 200 farfalla firma il crono di 1’54″64 migliorando di quasi un secondo (1’55″60) il precedente realizzato nel 2017 da Giacomo Carini.

fonte foto copertina https://twitter.com/FINOfficial_

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro


Pallanuoto, svanisce il sogno Europa Cup per il Settebello. Azzurri sconfitti in semifinale

Sollevamento Pesi, terzo titolo continentale per Mirco Scarantino