Mondiali Rugby 2019, Italia-Namibia 47-22: resoconto e tabellino

Rugby, esordio al Mondiale con vittoria per l’Italia. Namibia superata 47-22

Mondiali Rugby 2019, Italia-Namibia 47-22. Buona la prima per gli azzurri in Giappone. La squadra di O’Shea conquista anche il bonus.

OSAKA (GIAPPONE) – Mondiali Rugby 2019, Italia-Namibia 47-22. Buona la prima alla competizione iridata per gli azzurri di O’Shea. Partita non semplice per gli azzurri che con il passare dei minuti sono riusciti a prendere il margine che è valso anche il punto bonus. Il prossimo appuntamento giovedì 26 settembre alle ore 9:45 (italiane n.d.r.) a Fukuoka contro il Canada. Un’altra partita da vincere per aggiudicarsi il pass per il prossimo Mondiale.

Mondiali Rugby 2019, Italia-Namibia 47-22

Partenza in salita per gli azzurri che dopo solo sei minuti si sono ritrovati sotto per la meta di Stevens e la trasformazione di Loubser. La reazione azzurra è arrivata prima con una meta tecnica e poi con i touch di Allan e Tabaldi. Il numero 10 ha messo a segno anche due trasformazioni arrivando all’intervallo sul punteggio di 21-7.

Nella ripresa ci hanno pensato Bellini, Allan e Canna ad allungare ma Loubser è stato bravo a realizzare la seconda meta per il Namibia. Nel finale c’è spazio anche per Polledri, Minozzi e Plato. Tre mete che hanno chiuso al meglio una partita sicuramente divertente. Una vittoria che consente agli azzurri di guardare con fiducia al Canada anche se la qualificazione è molto complicata da raggiungere. Il primo obiettivo resta il pass per la prossima competizione iridata. Man of the match di giornata il nostro Federico Ruzza.

Italia-Namibia
Italia-Namibia (fonte foto https://www.facebook.com/Federugby/)

Di seguito il tabellino di Italia-Namibia 47-22

Marcatori: 6′ Stevens (meta)-Loubser (trasformazione) [N], meta tecnica [I], Allan (meta)-Allan (trasformazione) [I], Tebaldi (meta)-Allan (trasformazione) [I], Bellini (meta)-Allan (trasformazione) [I], Canna (meta)-Canna (trasformazione) [I], Loubser (meta)-Greyling (trasformazione) [N], Polledri (meta) [I], Minozzi (meta)-Canna (trasformazione) [I], Plato (meta)-Loubser (trasformazione) [N]

Italia: Hayward (45′ Minozzi); Padovani, Benvenuti, Morisi, Bellini; Allan (45′ Canna), Tebaldi (59′ Palazzani); Parisse, Mbandà, Steyn (45′ Polledri); Ruzza (45′ Budd), Zanni; Pasquali (38′ Riccioni), Bigi (45′ Fabiani), Quaglio (45′ Ferrari). Coach O’Shea

Namibia: Tromp (67′ Walters); Plato, Newman (47′ Kisting), De La Harpe, Greyling; Loubser, Stevens (47′ Jantjes); Venter, Conradie, Kitshoff (41′ Katjiijeko); Unaivi, Lill (57′ Retief); Coetzee (57′ Theron), Van Jaarsveld (57′ Van dee Westhuizen), Rademeyer (57′ De Klerk). Coach Davies

Arbitro: Berry (Australia)

fonte foto copertina https://www.facebook.com/Federugby/

ultimo aggiornamento: 22-09-2019

X