Code davanti al Monte dei Pegni di Torino. In Italia esplode l’incubo povertà.

TORINO – In Italia esplode l’incubo povertà. Negli ultimi giorni sono state registrate code davanti al Monte dei Pegni di Torino con molte persone che hanno deciso di vendere i propri gioielli o altri oggetti per ottenere un po’ di soldi per vivere.

Ma le file non sono state registrate solo in Piemonte. Anche a Palermo c’è stata una corsa per riuscire ad avere qualche euro in più per arrivare a fine mese. L’incubo comincia a diventare realtà con il Governo chiamato ad intervenire per cercare di aiutare le famiglie in difficoltà.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Ressa davanti al Monte dei Pegni di Torino

Una delle situazioni più delicate è a Torino. Da diversi giorni sono registrate code al Monte dei Pegni con i residenti che si alzano la mattina presto pur di prendere il numero e cercare di vendere i gioielli o ricordi di famiglia per ottenere dei soldi.

Una situazione che mette a serio rischio anche il distanziamento sociale. Durante la fila, infatti, non c’è sempre il metro tra una persona e l’altra con la polizia che invita i cittadini che non hanno il numero di rientrare a casa e passare un altro giorno.

Monte dei  pegni Torino
La fila al Monte dei Pegni di Torino (fonte foto https://twitter.com/saldispe)

Il Governo chiamato ad intervenire

L’incubo povertà per gli italiani è esploso con il Governo chiamato ad intervenire per cercare di aiutare i cittadini. Palazzo Chigi sta lavorando al decreto di aprile anche se i fondi stabiliti potrebbero non bastare.

La speranza è quella di poter riaprire tutte le attività i primi maggio per cercare di ridurre al minimo le perdite e guardare con fiducia alla seconda parte dell’anno. Un futuro che, in questo momento, sembra essere con più ombre che luci.

Scarica QUI il testo del Decreto Cura Italia per conoscere le norme a sostegno delle famiglie e delle imprese.

fonte foto copertina https://twitter.com/saldispe

ultimo aggiornamento: 20-04-2020


La Cassazione: nozze annullate per omosessualità della moglie

Tragedia a Riscone di Brunico, bambina di quattro anni travolta e uccisa dal trattore del nonno