Montella: “Occhio al Cagliari. Nessuno ha promesso la fascia a Gigio”

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

Alla vigilia della sfida interna contro il Cagliari, Vincenzo Montella ha parlato in conferenza stampa. Ecco le dichiarazioni del tecnico rossonero.

Dopo la trasferta in Macedonia, è già tempo di pensare al campionato. Il Milan ha avuto pochi giorni a disposizione per preparare la gara contro il Cagliari, una sfida che nasconde parecchie insidie. E Vincenzo Montella lo sa bene: “Nella scorsa stagione ci hanno messo in difficoltà – ha dichiarato il tecnico in conferenza stampa – vengono da una sconfitta ed è una partita pericolosa. Al momento, l’entusiasmo ci sta aiutando e dando energie, ma non deve diventare euforia, quella è pericolosa”.

Serie A, seconda giornata: il Milan ospita il Cagliari a San Siro

Nel corso del classico appuntamento con i giornalisti a Milanello, Montella, fra le altre cose, ha commentato anche le recenti dichiarazioni di Mino Raiola relative a Gianluigi Donnarumma e M’Baye Niang: “Io rispetto tutti. La società non mi ha mai detto di dare la fascia a Gigio, ne tantomeno l’ha promessa al ragazzo o all’entourage. Gli è stato detto che, magari, in futuro gli verrà data, ma è diverso. Bonucci si sta comportando in maniera eccezionale, Montolivo ed Abate non hanno creato problemi sulla questione della fascia. Fra loro c’è feeling, escono anche a cena insieme. Con Niang ho un bellissimo rapporto, gli auguro di tornare presto guarito, perché è molto sensibile. Vorrei parlarci ancora”.

Una considerazione anche su alcuni singoli, a cominciare dall’acciaccato Riccardo Montolivo: “Ieri si è allenato. L’abbiamo fatto riposare in Macedonia, credo sia a disposizione. Ma anche Biglia è migliorato tantissimo. Locatelli, sta crescendo tanto, giocare partite gare europee non fa altro che arricchirlo. Kalinic si sta allenando con il gruppo. È un filo indietro rispetto agli altri, ma ci sarà modo e tempo di conoscersi con la squadra. È una possibilità che possa giocare. Sarà lui il titolare? Siamo felicissimi di tutti, Kalinic, André Silva e Cutrone. Con la panchina lunga qualcuno dovrà anche andarci, ma dovendo giocare ogni tre giorni, ci sarà spazio per tutti”.

 

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 26-08-2017

Salvo Trovato

Per favore attiva Java Script[ ? ]