Milan, Montella in bilico dopo il brutto 0-0 contro l’Aek Atene

Prime la parole del ds Mirabelli, poi la prestazione in campo contro i greci. Il Milan di Montella non va e per il tecnico rossonero il tempo stringe sempre di più.

chiudi

Caricamento Player...

Il futuro di Vincenzo Montella vede all’orizzonte dei nuvoloni che non promettono nulla di buono. Dopo lo 0-0 contro l’Aek Atene nella terza giornata del girone di Europa League, la posizione del tecnico del Milan si fa sempre più difficile.

Il monito del direttore sportivo

Poco prima del fischio d’inizio, il ds rossonero Massimiliano Mirabelli aveva parlato ai microfoni di Sky Sport, affermando che “C’è fiducia in Montella ma ognuno di noi ha un tempo nella vita e nel mestiere che facciamo. Dobbiamo essere consapevoli che questo Milan è stato costruito con tutti i rischi del caso, abbiamo voluto dare al mister un gruppo di giocatori giovani, con un buon futuro. Il futuro di Montella legato ai risultati? È il rischio del nostro lavoro. A volte capita anche a grandi allenatori e grandi dirigenti di non ottenere risultati in un anno. Sapevamo che non era facile, dobbiamo solo trovare la quadra, l’identità di squadra per non perdere troppo terreno. In questo periodo abbiamo fatto delle belle cose in buoni momenti. In altri non ci siamo presentati, come con la Samp, o siamo usciti dal campo al 70′, come con la Roma, o non abbiamo giocato nel primo tempo, come con l’Inter. E il Milan non se lo può permettere…“. Questa l’analisi del dirigente rossonero.

I fischi di San Siro

Poi, il match. Il Milan ha rischiato nel primo tempo per poi lievitare nella ripresa ma senza trovare il gol. Nel complesso, una prestazione che non è piaciuta e il pubblico di San Siro (semi-vuoto!) non le ha mandate a dire, fischiando la squadra. A questo punto, il futuro di Montella è sempre più in bilico e le prossime gare (Genoa, Chievo e Juventus, ndr) potrebbero essere decisive, in un senso o nell’altro…