Morgan candidato sindaco a Milano. Il cantante: “Ho accettato la proposta di Sgarbi. Mi piacciono le sfide”.

MILANO – Morgan candidato sindaco a Milano. Il cantante, ai microfoni di Rai Radio 1, ha confermato di aver accettato la proposta di Vittorio Sgarbi (in corsa a Roma): “Le sfide mi piacciono – ha ammesso Marco Castoldi – amo la mia città“.

Artista già al lavoro per la lista: “Mi piacerebbe avere con me uomini intelligenti, come il professor Alberoni ed Eugenio Finardi. Sarà un partito più di destra che di sinistra, ma non mi piace fare questi discorsi“.

Il programma di Morgan

Nell’intervista, come riportato da La Repubblica, lo stesso Morgan ha illustrato il programma: “Eviterei di distruggere gli apparati della cultura riducendoli in ginocchio. I luoghi della cultura non possono avere le difficoltà che stanno avendo. E non è solo un problema di Covid, visto che già in passato si stava proseguendo in questa direzione. Milano ha grandi potenzialità“.

Il cantante ha in mente una città ‘più bucolica’: “Voglio ripristinare i Navigli, ricostruendo la vivibilità che ora, in molto punti, non hanno. Vota Morgan, ribellirai, ribelliremo. Diventare di nuovo belli nella ribellione, insomma“.

Non poteva mancare un passaggio su Bugo: “Non so che tipo di assessore potrebbe fare. Forse quello alle buche o alle infiltrazioni“.

Morgan Castoldi
Morgan Castoldi

Morgan: “Salvini ha dei lati positivi”

Il cantante ha parlato anche della politica di oggi: “Io vedo più le persone che gli schieramenti. I partiti non è che siano portato di ideali. Non si può credere in un partito come ai tempi di Berlinguer e Almirante. Salvini non mi dispiace, ha dei tratti positivi“.

Per Morgan una nuova sfida: diventare sindaco di Milano. E per farlo ha accettato la proposta di Sgarbi, in corsa a Roma. Una scommessa non semplice da vincere, ma il cantante non ha nessuna intenzione di tirarsi indietro.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
elezioni milano morgan politica vittorio sgarbi

ultimo aggiornamento: 15-10-2020


Mattarella: “In Italia l’occupazione femminile è troppo bassa”

Da Washington a Trump, tutti i presidenti degli Stati Uniti d’America