Svolta nel caso della morte di Davide Astori, chiesto il rinvio a giudizio per il medico Giorgio Galanti. L’accusa è quella di omicidio colposo.

Proseguono le indagini sulla morte di Davide Astori, con la Procura di Firenze che ha chiesto il rinvio a giudizio per il medico Giorgio Galanti. Per il soggetto, già iscritto nel registro degli indagati, l’ipotesi di accusa è quella di omicidio colposo.

Il medico Giorgio Galanti a processo per la morte di Davide Astori. È accusato di omicidio colposo

Giorgio Galanti è ex direttore di medicina generale per il Careggi e fu l’uomo che firmò l’idoneità sportiva per il calciatore nel luglio del 2017. Davide Astori sarebbe morto nel successivo mese di marzo per un malore che lo avrebbe colto nella sua camera di albergo alla vigilia della partita di campionato contro l’Udinese.

Davide Astori
Davide Astori

Due medici indagati per la morte di Astori

Al termine delle indagini sulla morte di Astori, due medici sono stati iscritti nel registro degli indagati. I due medici avrebbero firmato l’idoneità sportiva per il difensore azzurro della Fiorentina. Il tutto nonostante gli esami avrebbero evidenziato la presenza di campanelli di allarme che avrebbero meritato almeno ulteriori accertamenti.

Le cause della morte

Dopo diversi mesi dalla morte del calciatore sono emerse le cause del decesso: fibrillazione ventricolare da cardiomiopatia aritmogena, un male ereditario che porta al rallentamento del battito cardiaco fino all’arresto del muscolo e quindi al decesso. Si tratta di un male che colpisce tantissimi sportivi e che è stato presentato come un fantasma, una minaccia invisibile difficile ma forse non impossibile da individuare.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
cronaca Davide Astori evidenza Fiorentina

ultimo aggiornamento: 02-09-2019


La Eleonore forza il divieto di ingresso, nave sequestrata dalla Finanza. Aperta indagine

Cremona, trovato il corpo di un 19enne a bordo strada