Il 24 novembre 1991 è la data della morte di Freddie Mercury. Il frontman dei Queen è stato stroncato da una broncopolmonite, aggravata da complicazioni dovute all’AIDS.

LONDRA (INGHILTERRA) – Era il 24 novembre 1991 quando veniva annunciata la morte di Freddie Mercury. Il frontman e leader dei Queen è deceduto all’età di 45 anni per una grave broncopolmonite, aggravata dall’AIDS.

Le cause della morte di Freddie Mercury

Gli ultimi anni di vita di Freddie Mercury non sono stati sicuramente semplici. Nel 1982 al cantante venne diagnosticata l’AIDS. Come avveniva in quegli anni, anche il fondatore dei Queen aveva sottovalutato la malattia. Proprio questa leggerezza è stata fatale per la sua vita.

Per molti anni il frontman della band inglese ha nascosto il suo stato di salute ai componenti dei Queen, ma le sue condizioni peggioravano sempre di più. Così nel 1989 dopo altri controlli, Mercury ha deciso di confessare agli amici la sua malattia, tenuta all’oscuro della stampa.

Le uscite in pubblico del britannico si fecero sempre più rare con i media che iniziarono a sospettare qualcosa. Dubbi che aumentarono dopo la morte del suo compagno, Nikolai Grishanovich. Con il passare dei mesi le sue condizioni peggioravano come dimostrato dalla sua ultima apparizione in video.

Nel novembre del 1991 Freddie decise di ritornare in Inghilterra per stare vicino ai familiari. Qui il cantante si sottopose ad alcune cure per cercare di alleviare la sua sofferenza, ma le condizioni peggioravano di giorno in giorno. La morte è avvenuta alle 18:48 del 24 novembre del 1991, un giorno dopo il primo comunicato ufficiale sulle sue condizioni di salute.

Di seguito il video con l’ultima apparizione pubblica di Freddie Mercury

Il funerale e il giallo delle ceneri

Il funerale di Freddie Mercury si svolse al Kensal Green Cemetery alla presenza di poche persone, 35. Tra i partecipanti c’era anche Elton John, legato al leader dei Queen da un rapporto molto profondo. Il rito fu celebrato da due sacerdoti zoroastriani

Personaggio immenso e infinito, Freddie Mercury ci ha lasciati con una sorta di colpo di scena. La cosa certa è che il cantante, secondo le sue ultime volontà, fu cremato. I resti furono affidati a Mary Austin, che li conservò per due anni, sembra nella sua camera da letto. Poi le sparse in un luogo segreto, scelto evidentemente da Freddy Mercury. Insomma, ad oggi non sappiamo dove si trovi ma siamo certi che continua a vivere nel cuore di tutti noi.

Freddie Mercury, la biografia e la vita privata

Nato a Zanzibar il 5 settembre del 1946, Farrokh Bulsara – in arte Freddie Mercury – è stato uno dei musicisti più importanti negli anni settanta e ottanta. Il cantante britannico ha fatto parlare di sé non solo per la sua carriera artistica ma anche per la sua vita privata.

Dopo le relazioni con Rosemay Pearson e Mary Austin, Freddie Mercury, in un’intervista rilasciata nel dicembre del 1974, ha dichiarato di essere omosessuale. Proprio per questo motivo è terminata la relazione con il grande amore della sua vita, come confessato dallo stesso Mercury: “Tutti i miei amanti – dichiara in un’intervista – mi chiedono perché non possono sostituirsi a Mary. Lei è la mia unica amica, è come se fosse mia moglie. Per me è un matrimonio“.

Un rapporto di amore platonico tra i due tanto che Freddie le ha lasciato in eredità metà del patrimonio e la casa di Londra.

Al termine della storia con Mary, il cantante ha avuto alcune relazioni con Joe Fanelli, Winnie Kirchlberger e Barbara Valentin. Gli ultimi anni della sua vita li trascorse con un parrucchiere Jim Hutton, ultimo compagno di Freddie Mercury.

Freddie Mercury
Freddie Mercury

Bohemian Rhapsody: il film

Nel 2018 è stato lanciato un film sulla cita Freddie Mercury. Il titolo della pellicola diretta da Bryan Singer, Bohemian Rhapsody, riprende ovviamente uno dei capolavori indiscussi della discografia dei Queen.

Il regista ha voluto raccontare il Freddie Mercury meno conosciuto, quello dei primi anni, il ragazzo talentuoso, eclettico ma un po’ insicuro, arrivato poi al successo grazie alle sue qualità decisamente fuori dal comune.

Il film è stato trasmesso in anteprima il  il 23 ottobre 2018 a Londra, a pochi metri dallo stadio di Wembley dove i Queen tennero uno dei concerti più famosi nella storia della musica.


Il Black Friday delle pompe funebri: acquista oggi e muori quando vuoi

Operazione antimafia a Trapani, sequestrato il patrimonio di Carmelo Patti