Le indagini sulla morte di Kobe Bryant. Secondo alcune fonti, l’aereo non poteva volare in condizioni di visibilità ridotte.

LOS ANGELES (STATI UNITI) – Le indagini sulla morte di Kobe Bryant continuano e presto ci potrebbero essere delle importanti novità. Alcune fonti vicino alla compagnia dell’elicottero precipitato a Los Angeles hanno confermato che il velivolo non poteva volare in condizioni di visibilità ridotte.

La società, infatti, è certificata solo per operare secondo le regole del volo a vista, cioè il pilota deve vedere chiaramente all’esterno del mezzo. Da capire, in questo caso, se si è trattato (come sembra) di un eccesso di sicurezza da parte di Ara Zobayan oppure le condizioni meteo sono peggiorate in quei 40 minuti di volo.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Il black out tra l’elicottero e la torre di controllo

Le indagini sulla morte di Kobe continuano e, secondo quanto riportato da Ntsb, ci potrebbe essere stato un black out tra l’elicottero e la torre di controllo. Il pilota sin dalla partenza ha avuto continui contatti con le autorità viste le condizioni meteo non eccezionali.

Contatti che avevano intervalli di qualche minuto. E proprio durante una paura il controllore ha lasciato la postazione ad un suo collega per un cambio turno. Alla ripresa del colloquio Zobayan si è trovato a parlare con un’altra persona che non era a conoscenza del viaggio. Una discussione durata qualche secondo, poi il silenzio.

Lakers pronti a tornare in campo

Dopo lo stop per la morte di Kobe, i Lakers sono ritornati in campo. E’ stata una partita molto emozionante con i tifosi che hanno tributato il proprio idolo. Lo sapeva bene il coach Vogel che ha cercato di non far pensare ai suoi ragazzi quanto accaduto.

Ci siamo concentrando sul lavoro – ha detto – ci siamo allenati anche all’aperto perché in questi momenti è meglio allenarsi alla luce del sole“.

Kobe Bryant
Fonte foto: https://www.facebook.com/Kobe/

Cambia il format dell’All Star Game

E’ stato annunciato, intanto, un cambio del format dell’All Star Gamre, in programma il prossimo 19 febbraio. I primi tre quarti della sfida partiranno dallo 0-0 e la squadra vincente donerà 100mila dollari ad un ente di beneficenza. Il quarto ed ultima frazione se l’aggiudicherà chi aggiungerà 24 punti al totale dei tre round precedenti.

L’incidente di Los Angeles sarà ricordato anche in altri modi in questa giornata anche se ancora non sono stati resi noti. Black Mamba è rimasto nel cuore di tutti i tifosi e l’Nba in questi giorni non sta facendo altro che ricordare Kobe e la piccola GiGi.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/Kobe/

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 09-02-2020


Finale di Sanremo, share del 60%. Oltre 11 milioni davanti alla tv

Incidenti stradali, due vittime a Ivrea e Rogno