Giannina e Jana, due delle figlie di Diego Armando Maradona, sono state ascoltate nell’ambito dell’inchiesta sulla morte del campione argentino.

Le figlie di Diego Armando Maradona sono state ascoltate nell’ambito dell’inchiesta sulla morte del campione argentino. Gli inquirenti hanno ascoltato Giannina e Jana, due delle figlie del Pibe de Oro.

Morte Diego Armando Maradona, ascoltate due figlie del campione argentino

Le due figlie di Diego Armando Maradona, stando a quanto riferito dalla stampa argentina e riportato da la Repubblica, sono state ascoltate per fare luce su alcuni aspetti emersi nel corso dell’indagine sulla morte del Dieci.

Le due donne, intercettate dai giornalisti, non hanno rilasciato dichiarazioni. E al momento non circolano notizie sugli argomenti trattati e sulle non meglio specificate informazioni emerse durante l’indagine.

Diego Armando Maradona
Diego Armando Maradona

L’indagine

Al momento sono sette le persone indagate per la morte di Diego Armando Maradona. Lo scopo degli inquirenti è quello di chiarire se ci siano responsabilità dietro al drammatico decesso del campione argentino, morto lo scorso 25 novembre all’età di sessant’anni a poche settimane di distanza da un delicatissimo intervento alla testa.

I riflettori degli inquirenti sono puntati sul medico Leopoldo Luque, sulla psichiatra Augustina Cosachov, due infermieri che seguivano Maradona, una psicologa e un medico che si occupava di coordinare e organizzare l’assistenza domiciliare a Maradona. Chiude il quadro dei sette indagati il responsabile coordinatore dei due infermieri indagati che seguivano Maradona.

La domanda di fondo è una e a suo modo drammatica: Diego Armando Maradona è stato curato? È stato assistito in maniera professionale? I medici hanno fatto di tutto per salvarlo? In base a quanto portato alla luce dagli inquirenti durante il lavoro di indagine, la risposta è tutt’altro che scontata.

TAG:
calcio news

ultimo aggiornamento: 27-02-2021


Limbiate, i funerali di Luca Attanasio, l’ambasciatore italiano ucciso in Congo

Zona Bianca, cos’è e quali sono le regole