Giornata tragica per le vittime sul lavoro. Due i morti tra Firenze e Bologna, con il bilancio nazionale che sale ancora in questo 2018.

ROMA – Dopo il tragico incidente di Livorno, ieri altre due morti sul lavoro. La prima vittima è a Bologna in ambito ferroviario. Un caposquadra di una ditta torinese ha perso la vita cadendo dal traliccio dalla linea Alta Velocità Bologna-Venezia, nei pressi del bivio Navile.

L’uomo – riferiscono – è morto folgorato verso l’una e quaranta della scorsa notte. La Polfer e gli ispettori della medicina del lavoro stanno cercando di stabilire le cause dell’incidente.

Troia Foggia
ambulanza

Vittima sul lavoro in Toscana, muore un operaio

Nella serata di ieri un uomo è moto a San Godenzo, al Mugello in provincia di Firenze. L’operaio di 52 anni – di origine napoletana – è caduto da un’altezza di circa 4 metri mentre stava lavorando a un traliccio.

La vittima lavorava per una ditta del Pistoiese incaricata dalla Vodafone per eseguire lavori al traliccio. Quest’ultimo è della RAI che vi ospita, dietro regolare affitto, secondo quanto spiegato, anche la compagnia telefonica.

Il numero degli incidenti sul lavoro in questo 2018 continua a salire e non sembra destinato, purtroppo, a fermarsi.

Il video con la fiaccolata per le vittime sul lavoro di Livorno

 

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
bologna cronaca firenze morti sul lavoro

ultimo aggiornamento: 29-03-2018


Operazione antiterrorismo a Torino, fermato un militante dell’Isis

Blitz antiterrorismo nel cuneense: arrestato un marocchino