Il mondo del cinema piange la scomparsa di Alvin Sargent, sceneggiatore due volte premio Oscar. Tra i suoi successi anche Spider-Man.

SEATTLE (STATI UNITI) – E’ morto all’età di 92 anni lo sceneggiatore Alvin Sargent. Il due volte premio Oscar è deceduto nella giornata di sabato 11 maggio 2019 nella sua casa di Seattle. Tra i suoi successi più importanti sicuramente la trilogia di Spider-Man oltre Gente Comune e Julia che gli sono valsi le due statuette.

Chi era Alvin Sargent

Nato il 12 aprile 1927 a Filadelfia, Alvin Sargent si è avvicinato al mondo del cinema sin da giovane. Una lunga carriera di sceneggiatore che lo ha visto conquistare due premi Oscar nel 1978 e nel 1981. La prima statuetta è arrivata con il film Julia di Fred Zinnemann che ha visto come protagonisti Jane Fonda e Vanessa Redgrave.

Il secondo grande successo è stato tre anni dopo e il merito è del capolavoro di Robert Redford dal titolo Gente Comune. Ma tra i suoi grandi successi non si può citare la trilogia di Spider-Man. Proprio durante i lavori dell’Uomo Ragno Sargent ha conosciuto il suo più grande amore della sua vita. Stiamo parlando della produttrice Laura Ziskin, sua compagna fino al 2011 quando lei è deceduta. Un lungo lavoro in questo film che si è concluso nel 2012 con The Amazing Spider-Man.

Ambulanza
Ambulanza

Tra i suoi lavori possiamo citare anche Unfaithful di Adrian Lyne. Un film drammatico che ha visto due attori famosi come Diane Lane e Richard Gere.

Una morte quella di Alvin Sargent che lascia un vuoto molto importante nel mondo del cinema internazionale visti i suoi tanti lavori. Sicuramente il suo nome sarà ricordato proprio dai grandi film come per esempio Spider-Man e dai premi Oscar che lo sceneggiatore ha vinto nel lontano 1978 e nel 1981. Una carriera che ha permesso a Sargent di togliersi diverse soddisfazioni.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
alvin sargent cinema esteri spider man

ultimo aggiornamento: 11-05-2019


Spagna, è morto l’ex segretario PSOE Alfredo Rubalcaba

Gilet Gialli in piazza a Lione e Nantes: scontri e disordini