Lutto nel mondo della medicina, è morto Fernando Aiuti

Si è spento all’età di 83 anni Fernando Aiuti, il fondatore dell’Anlaids. La Procura di Roma apre un’indagine sul decesso.

ROMA – Il mondo della medicina piange Fernando Aiuti. L’immunologo e fondatore dell’Anlaids si è spento all’età di 83 anni al policlinico Gemelli di Roma. Una morte sospetta tanto che la Procura ha aperto un’indagine per chiarire meglio le cause del decesso. Si sospetta il suicidio.

Chi era Fernando Aiuti

Fernando Aiuti ha dedicato la sua vita alla medicina e in particolare alla lotta contro l’AIDS, tanto da fondare l’Anlaids. Ha fatto scalpore nel 1991 il suo bacio in bocca ad una sieropositiva con l’obiettivo di dimostrate che il virus non poteva essere contratto per via orale. Una foto che ha fatto il giro del mondo, provocando diverse polemiche.

Bacio Fernando Aiuti
Il bacio tanto discusso di Fernando Aiuti (fonte foto https://twitter.com/MikBelladonna)

Ma il professore non si è mai fermato, continuando la sua delicata e personale battaglia su questo argomento che a quei tempi era sicuramente molto importante. Negli ultimi anni della sua vita si è dedicato anche alla politica, tanto da candidarsi nel 2008 come capolista PDL al Campidoglio. Un successo che è durato solamente una legislazione. Al termine dei cinque anni è ritornato a fare il suo mestiere di sempre: il medico.

Morto Aiuti, non si esclude l’ipotesi del suicidio

Un lavoro che lo ha visto protagonista fino all’ultimo. Aiuti è stato al Policlinico Gemelli fino al 20 dicembre 2018 ma nei primi giorni del 2019 per problemi di salute è stato ricoverato allo stesso ospedale. La Procura ha aperto l’indagine per suicidio. Ipotesi avvalorata dal comunicato del nosocomio riportato da Repubblica:

La morte è derivata – si legge – da complicanze immediate di un trauma da caduta dalla rampa delle scale adiacente al reparto di degenza“. Possibile che il magistrato nelle prossime ore darà l’autorizzazione all’autopsia, esame che darà le risposte mancanti a questa vicenda. In attesa di ulteriori sviluppi una cosa è certa: l’Italia perde una figura molto importante nel campo della medicina e della lotta contro i tumori.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/fernando.aiuti

ultimo aggiornamento: 09-01-2019

X