Lutto nel mondo dell’arte, è morto il fumettista Gabriele Di Benedetto, in arte AkaB. Aveva appena 43 anni. Sconosciute al momento le cause del decesso.

È morto Gabriele Di Benedetto, in arte akaB, noto fumettista apprezzato per il suo lavoro e per il suo estro.

Morto Gabriele Di Benedetto, in arte AkaB, noto e apprezzato fumettista

Gabriele Di Benedetto è morto il 14 agosto a soli 43 anni. La notizia è stata confermata dai familiari dell’uomo. Al momento non sono note le cause del decesso. I cari hanno chiesto alla stampa il rispetto della privacy e del dolore per la scomparsa di Gabriele.

Di seguito il post con cui DePica Isa ha annunciato sulla propria pagina Facebook la morte di AkaB

Chi era Gabriele Di Benedetto

Oltre che famosissimo fumettista, AkaB è stato anche un apprezzato illustratore, pittore e regista.

Esordisce nel mondo delle arti fondando lo Shok Studio. Inizia così a produrre i primi fumetti in piena indipendenza. Avrebbe poi venduto le opere ai big americani iniziando così la sua rapida ascesa verso il successo.

Secondo i critici e gli esperti, il punto caratteristico delle opere di AkaB è la sua capacità di cogliere gli aspetti interiori dell’uomo, di parlare attraverso i suoi disegni del malessere interiore. Una sorta di quadro psicologico dell’uomo fatto attraverso i disegni e le opere.

In molti si sono chiesti e gli hanno chiesto il significato del suo nome d’arte. Inizialmente qualcuno aveva pensato che potesse essere uno slogan contro le forze dell’ordine, ma il significato è decisamente più pacifico e romantico. La parola AkaB in lingua maya significa notte.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
AkaB cronaca evidenza Gabriele Di Benedetto

ultimo aggiornamento: 15-08-2019


Tragedia in Croazia, è morto l’ad dei supermercati Tuodì. Due arresti

Gigi Marzullo ricoverato d’urgenza in codice rosso