E’ morto Hugo Alfredo Santillan, boxeur di 23 anni. L’argentino è deceduto in seguito ai danni celebrali riportati dopo un incontro.

BUENOS AIRES (ARGENTINA) – Nuovo lutto nel mondo della boxe. Dopo la scomparsa di Maxim Dadashev, questa specialità deve fare i conti con un altro decesso dovuto ai danni celebrali riportati al termine di un incontro. E’ morto a Buenos Aires Hugo Alfredo Santillan, boxeur argentino di 23 anni.

Le sue condizioni sono sembrate sin da subito molto gravi con i medici che hanno tentato di tutto per salvargli la vita ma purtroppo la morte è avvenuta nella serata di giovedì 25 luglio 2019.

L’incontro

L’incontro si è disputato sabato 20 luglio in Argentina a San Nicolas contro l’uruguaiano Eduardo Javier Abreu. Il sudamericano ha colpito violentemente in più occasioni Santillan che sin da subito aveva iniziato ad accusare qualche problema.

L’allarme è scattato subito dopo la proclamazione quando il pugile argentino è collassato. Immediato il trasferimento a Buenos Aires ma le condizioni erano molto gravi tanto che il boxeur è finito in coma senza mai più riprendersi. Una morte che ha sconvolto l’intero mondo della boxe visto che stiamo parlando di un ragazzo di 23 anni che da quattro anni aveva deciso di iniziare questa lunga carriera sportiva.

Seconda tragedia in pochi giorni

Si tratta di una seconda tragedia in pochi giorni. Prima di Santillan era toccato a Dadashev alzare bandiera bianca per i danni riportati in un incontro. Il pugile russo ha riportato un ematoma al cervello che non lo ha fatto più riprendere.

Due vicende che confermano la pericolosità di uno sport. Il bilancio si aggrava sempre di più e per questo si deve trovare una soluzione per consentire ai boxeur di combattere con maggiore tranquillità ed evitare tragedie come quelle successe a Dadashev e Santillan.

fonte foto copertina https://twitter.com/WBCBoxing

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
boxe boxeus hugo santillan pugilato

ultimo aggiornamento: 26-07-2019


Tour de France 2019, riscatto Quintana nella diciottesima tappa. Alaphilippe resiste

Mondiali Pallanuoto 2019, titolo iridato per gli Stati Uniti. Italia al sesto posto