E’ morto il figlio di Robert Redford. James aveva 58 anni ed era malato da tempo.

NEW YORK (STATI UNITI) – E’ morto all’età di 58 anni il figlio di Robert Redford. Come riportato dal Corriere della Sera, James da due anni lottava contro il cancro.

La notizia del decesso è stata dalla moglie Kyle con un lungo post sui social: “Jamie è morto. Noi abbiamo il cuore spezzato. Ha vissuto una vita bellissima e incisiva ed è stato amato da molti. Ci mancherà profondamente. Come sua moglie da 32 anni io gli sono soprattutto grata per i due figli che abbiamo cresciuto insieme. Non so come avremmo fatto senza di loro negli ultimi due anni“.

Chi era James Redford

James Redford è cresciuto nel mondo del cinema. Papà Robert gli ha insegnato tutti i trucchi del mestiere. Sin da giovane ha iniziato la carriera sul grande schermo sia come sceneggiatore che regista e documentarista. Tra i suoi lavori Resilence.

Per anni ha ricoperto il ruolo di presidente del Redford Center, una associazione fondata insieme al padre per produrre documentari di denuncia sociale e ambientale e formare giovani filmmaker sul tema del cambiamento climatico.

SH_ambulanza
SH_ambulanza

James Redford morto

La morte di James Redford è stata annunciata dalla moglie nella giornata di martedì 19 ottobre 2020. Una battaglia contro il cancro durata due anni che non l’ha visto vincitore.

Nonostante la malattia lo sceneggiatore è sceso in campo insieme al padre contro i negazionisti del coronavirus. Un articolo intitolato “Il costo della leadership fallita del presidente Trump”. “Mentre la pandemia ha iniziato la sua marcia globale – si legge nel pezzo – il presidente Donald Trump non è riuscito ad agire in modo rapido e deciso, probabilmente pensando di più ai suoi interessi e danneggiando tutti noi“.

Una battaglia che continuerà papà Robert nelle prossime settimane anche per il figlio.


Scuole chiuse in Campania, il Tar respinge il ricorso dei genitori

Camorra, blitz dei carabinieri contro clan Cifrone: 21 arresti