È morto suicida John Geddert, ex allenatore olimpico che era stato formalmente incriminato per più di venti accuse tra cui violenza.

È morto suicida John Geddert, ex allenatore olimpico statunitense. Lui aveva preparato e guidato la squadra di ginnaste americane alle Olimpiadi di Londra del 2012. Geddert si è tolto la vita a 63 anni. Poche ore prima era stato incriminato con capi di accusa gravissimi. L’ex coach era stato accusato, tra l’altro, di molestie e aggressione sessuale.

Usa, morto John Geddert. Era stato incriminato per più di venti capi di accusa

Geddert si è tolto la vita poche ore dopo aver ricevuto la conferma di essere stato incriminato per 24 capi di accusa. Tutti gravissimi. La notizia della morte è stata confermata dalla Procuratrice generale del Michigan.

L’indagine che ha sconvolto gli Stati Uniti

La vita di John Geddert è precipitata in poche ore e la situazione è degenerata dopo che la Procura dello Stato ha annunciato il rinvio a giudizio dell’ex coach olimpico, accusato di aver aggredito almeno 50 vittime. Si parla di aggressioni a carattere sessuali. E le cinquanta vittime erano tutte minorenni all’epoca dei fatti. Dalla conferenza stampa indetta dalla Procuratrice generale emerge un quadro grottesco di John Geddert, accusato di essere un mostro.

Le indagini su Geddert rientrano in un lavoro decisamente più vasto condotto dagli inquirenti, che nel 2017 avevano portato alla luce alcune violenze e vessazioni ai danni delle ginnaste.

L’uomo al centro dell’inchiesta che di fatto ha interessato lo Stato del Michigan era Larry Nassar, dal 1996 coordinatore dello staff medico della squadra di Ginnastica degli Usa. Nassar è stato condannato nel 2018 a una pena minima di 40 anni di prigione e a una massima di 175 anni per aver aggredito fisicamente e psicologicamente centinaia di giovani atlete.

Nel corso del processo, molte stelle della ginnastica statunitense hanno puntato il dito contro Nassar confermando le accuse e hanno tirato in ballo Geddert, accusato di essere a conoscenza degli orrori perpetrati ma di non essere mai intervenuto per mettere fine a questo dramma.


Massacro di civili in Etiopia, Amnesty denuncia l’esercito eritreo

Via le siringhe, ecco come sarà il vaccino anti-Covid di ‘ultima generazione’