La Grecia piange la scomparsa di Mikis Theodorakis: l’uomo del Sirtaki è morto all’età di novantasei anni. Si tratta di un pilastro della cultura greca.

È morto Mikis Theodorakis, noto anche come l’uomo del Sirtaki. Si tratta a tutti gli effetti del compositore greco più famoso della storia.

Morto Mikis Theodorakis, l’uomo del Sirtaki

Theodorakis è morto in ospedale all’età di novantasei anni. La notizia ha fatto in poco tempo il giro della rete ed è stata ripresa dai principali media internazionali. Parliamo di un personaggio-simbolo, importante sia per la sua storia artistica che per la sua storia umana, legata a delle vicende di grande rilevanza dal punto di vista sociale, politico e storico.

Chi era l’uomo del Sirtaki

Non ci sono dubbi che Theodorakis sia il compositore greco più famoso della storia. Nato nel 1925 a Chio, si avvicina sin da giovanissimo alla musica. Si iscrive al Conservatorio di Atene e non ancora ventenne entra a far parte della Resistenza. Combatte contro i nazi-fascisti, viene arrestato e torturato. Sono esperienze che conserverà nel suo bagaglio artistico e personale. Finita la Seconda Guerra Mondiale, Theodorakis inizia a viaggiare e inizia la sua carriera nel mondo della musica come direttore d’orchestra. La consacrazione arriva con il Sirtaki, frutto di un complesso lavoro sulla musica popolare.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

bandiera grecia
bandiera grecia

Il cinema e la politica

Theodorakis diventa un punto di riferimento anche dal punto di vista politico. È uno di quegli artisti-intellettuali che si espone, che ha qualcosa da dire, da gridare al mondo. Lui comunica con le note, che valgono più di mille parole quando a scrivere gli spartiti è un Maestro. Porta la sua firma la colonna sonora di Z- L’orgia del potere, splendida pellicola di Costa Gravas sulla morte di Grigoris Lambrakis, deputato di sinistra morto assassinato.

Cos’è il Sirtaki

Il Sirtaki è una danza popolare. Molti ritengono erroneamente che si tratti di una danza tradizionale, invece, come abbiamo visto, si tratta di una creazione di Theodorakis. Questa danza è inserita nel film Zorba (1964).


Green Pass obbligatorio, come funzionano i controlli su treni, aerei e navi

L’uragano Ida, emergenza a New York. Almeno venti morti