Si è spento a Torino dopo una lunga malattia il reporter Mimmo Candito. È stato uno degli inviati di punta del giornale ‘La Stampa’.

TORINO – Lutto nel mondo del giornalismo. Si è spento questa mattina l’inviato di guerra e scrittore Mimmo Candito. A gennaio aveva compiuto 77 anni ma ormai da tempo combatteva con un cancro che purtroppo non gli ha lasciato scampo.

Morto Mimmo Candito, giornalista di punta de ‘La Stampa’

Nato a Reggio Calabria, Mimmo Candito inizialmente si era trasferito a Genova dove aveva iniziato a lavorare come collaboratore de ‘Il Lavoro‘. Nel 1970 l’approdo a ‘La Stampa‘ come inviato speciale. Con questo ruolo racconterà molti dei conflitti che martoriano il pianeta. È stato uno dei pochi cronisti che ha assistito e scritto sia della guerra in Afghanistan portata avanti dall’esercito dell’Unione Sovietica che, poi, dagli Stati Uniti, ma soprattutto i suoi racconti sono legati alla Guerra del Golfo.

Il giornalista ha combattuto per ben due volte la battaglia contro il cancro. La prima nel 2005 l’ha sconfitta mentre era negli Stati Uniti. La malattia, però, non l’ha lasciato completamente e si è ripresentata qualche anno fa. Questa volta purtroppo la battaglia Mimmo Candido l’ha persa e si è spento questa mattina.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
cronaca giornalismo Mimmo Candito morte

ultimo aggiornamento: 03-03-2018


Omicidio Pamela Mastropietro, la perizia: “Uccisa con due colpi d’arma da taglio”

Roma, maestro di karate arrestato per abusi ad una sua allieva