Lutto nella musica, è morto Neil Peart, batterista dei Rush. L’uomo combatteva da tre anni con un tumore al cervello.

È morto a sessantasette anni Neil Peart, batterista dei Rush, uno dei gruppi musicali più famosi nel mondo della musica rock.

Rush
Fonte foto: https://www.facebook.com/rushtheband

Morto Neil Peart, batterista dei Rush

A dare notizia della morte di Peart è stata la band con una nota condivisa sui propri canali ufficiali.

“È col cuore spezzato che condividiamo la terribile notizia che il nostro amico, fratello e partner Neil ha perso martedì la sua battaglia di 3 anni e mezzo contro il glioblastoma. Coloro che desiderano esprimere le proprie condoglianze possono scegliere un’organizzazione di ricerca sul cancro e fare una donazione per conto di Neil”.

Neil Peart malato

Come confermato anche dalla nota condivisa dalla band, il batterista dei Rush, considerato come uno dei migliori batteristi degli ultimi anni, combatteva da tre anni contro un cancro al cervello. Per questo motivo Peart ha progressivamente ridotto le sue apparizioni in pubblico.

I Rush, band iconica del progressive rock

Peart entra nei Rush nel 1974, quando il progetto era già avviato. Sostituisce John Rutsey e si unisce a Geddy Lee (basso e voce) e Alex Lifeson (chitarra). La loro musica è un punto di riferimento per gli amanti della musica rock e per gli amanti del progressive. La musica dei Rush risente delle influenze jazz che conferisce un tocco originale alle canzoni del gruppo.

Di seguito il video di uno dei brani più famosi e apprezzati dei Rush


Parmitano si collega con Palazzo Chigi dallo spazio (VIDEO)

Il corteo di Libera non ferma gli attentati: nuova esplosione nel Foggiano