Morte di Umberto Ranieri, il pittore aggredito a Roma: arrestato 18enne

Roma, pittore ucciso a largo Preneste: arrestato 18enne tunisino

È morto Umberto Ranieri, il pittore aggredito a largo Preneste, a Roma. Arrestato un diciottenne tunisino.

È stato arrestato un 18enne tunisino per la morte di Umberto Ranieri, il pittore aggredito a Roma, a largo Preneste. L’uomo che, dopo essere stato colpito da un pugno al volto, è caduto sbattendo la testa. Proprio il diciottenne avrebbe sferrato il colpo.

La morte di Umberto Ranieri, il pittore aggredito a Roma

Ricoverato con la massima urgenza all’ospedale San Giovanni di Roma, Umberto era entrato in coma e le sue condizioni sembravano critiche già dal primo momento. È morto nella giornata del 20 marzo e le autorità hanno chiesto che venga svolta l’autopsia sulla salma del pittore.

Arresto
Arresto

Le indagini degli inquirenti e le ricostruzioni

Sul caso continuano a indagare i carabinieri, al lavoro per chiudere il cerchio sull’aggressione costata la vita ad Umberto Ranieri. Si cerca ancora il responsabile dell’aggressione e si monitorano anche le immagini delle telecamere di sorveglianza installate nella zona.

Stando a quanto riferito dai testimoni, l’uomo avrebbe avuto una conversazione, forse animata, con un gruppo di giovani. La discussione sarebbe poi sfociata in una vera e propria aggressione, con il cinquantatreenne colpito da un pugno che gli ha fatto perdere l’equilibrio facendolo cadere a terra. Proprio nella caduta avrebbe sbattuto la testa.

Pittore aggredito a Roma, arrestato un diciottenne tunisino

Le Forze dell’ordine hanno fermato un diciottenne tunisino, il ragazzo che avrebbe colpito il pittore. Il giovane si sarebbe scagliato contro l’artista di strada dopo che questo gli aveva chiesto di non sporcare.

ultimo aggiornamento: 20-06-2019

X