MotoGP, piloti impegnati al Mugello: i segreti del tracciato

La MotoGP arriva al Mugello. Un weekend tutto italiano per le due ruote con Dovizioso, Rossi e Petrucci a caccia di una vittoria davanti ai tifosi.

MUGELLO (FIRENZE) – E’ tutto pronto al Mugello per il lungo weekend di MotoGP. Le prime prove libere sono previste tra poche ore con i piloti che inizieranno a prendere confidenza con un tracciato che nasconde mille segreti e soprattutto ha scritto pagine di storia di questo sport.

La MotoGP al Mugello: i segreti del circuito

Il Mugello ormai fa parte della storia della MotoGP. Lungo 5 km, il tracciato caratterizza in pieno questo sport con curve veloci e staccate impegnative che potrebbero dare vita ad un duello tra i piloti. Dopo il rettilineo iniziale, si entra nella prima parte tecnica che prevede le curva della San Donato e il sinistra-destra del Luco Poggio Secco prima della Materassi e della Borgo San Lorenzo.

Ma la parte più caratteristica del circuito deve ancora arrivare. Il secondo settore inizia con la Casanova-Savelli che anticipa l’ingresso con il doppio destra della prima e della seconda Arrabbiata prima della Scarpaia che ti avvicina al Correntaio. La esse delle Biondetti e la staccata della Bucine chiudono il lungo tracciato che come sempre è destinato a regalare emozioni.

Mugelo
Mugello (fonte foto https://twitter.com/MugelloCircuit)

La MotoGP al Mugello: i favoriti

Il Mugello come sempre regala spettacolo sia sugli spalti che in pista. L’albo d’oro ci dice Valentino Rossi ma la stagione in corso non ha regalato particolari dominatori se non un Marc Marquez in gran forma. Ma il GP di casa può essere quello della svolta per la Ducati che proprio lo scorso anno è riuscita a fare doppietta. Per questo ci attendiamo una gara equilibrata che potrebbe essere decisa dalle strategie. Da non sottovalutare la Suzki che in precedenza ha dimostrato di essere una moto temibile.

fonte foto copertina https://twitter.com/MugelloCircuit

ultimo aggiornamento: 31-05-2019

X