Due casi di coronavirus in MotoGP. E’ risultato positivo Jorge Martin e un meccanico. I due sono in isolamento.

ROMA – Primi due casi di coronavirus in MotoGP. La Dorna ha ufficializzato la presenza di due positivi nel paddock che non prenderanno parte al GP di San Marino. Si tratta di Jorge Martin (Moto2) e di un meccanico di una squadra non precisata.

I due non prenderanno parte al primo appuntamento in Italia e molto probabilmente anche alla seconda gara visti i 14 giorni in isolamento da trascorrere prima di poter ritornare in pista.

Il GP di San Marino si disputerà regolarmente

Il Gran Premio di San Marino si disputerà regolarmente. I due, infatti, sono in isolamento e non hanno avuto con gli altri piloti visto che il paddock è rimasto fermo per qualche settimana.

Si tratta dei primi due casi di coronavirus in MotoGP. Nessun problema per gli altri che saranno regolarmente in Italia per il primo dei due weekend previsti nel nostro Paese. Grande rammarico per Jorge Martin che sperava di ottenere dei risultati importanti in Italia in vista del futuro che potrebbe essere in Ducati in MotoGP. Per l’iberico molto probabilmente non ci sarà l’opportunità di correre in Italia visto che la quarantena di 14 giorni sembra averlo tolto dai giochi.

MotoGP
MotoGP

La MotoGP in Italia

Due appuntamenti consecutivi in Italia con i Gran Premi che si disputeranno con la presenza di un pubblico ridotto che dovrà rispettare le norme anti-Covid.

La positività di Jorge Martin e del meccanico ha alzato il livello di attenzione anche se non ci dovrebbero essere particolari problemi per tutto il paddock visto che non si gareggiava da tre settimane. Il pilota spagnolo e il meccanico sono in isolamento e stanno bene. Per loro due settimane di quarantena prima di poter tornare nel Mondiale per aiutare la propria squadra.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
coronavirus Jorge Martin MotoGP motori

ultimo aggiornamento: 10-09-2020


Manley, “Per Maserati investimento da 2,5 miliardi. La mia attesa è che sia l’ultimo anno in perdita”

Ferrari, al Mugello la gara numero 1000: scelta una livrea speciale (FOTO)