MotoGP, l’analisi del Gran Premio di Francia. La Ducati si conferma il team più completo. Ma Quartararo non molla per il titolo.

LE MANS (FRANCIA) – Il Gran Premio di Francia potrebbe aver dato delle chiare indicazioni in chiave Mondiale di MotoGP. Con tre moto nelle prime cinque posizioni la Ducati si candida ad essere la grande favorita per il titolo. Attenzione, però, alla Yamaha di Fabio Quartararo. Il francese, al momento, sembra essere l’unico a poter lottare per il primo posto e rendere difficile la vita al team di Borgo Panigale.

La Yamaha spera ancora in Franco Morbidelli, autore di una caduta e zero punti, mentre l’ennesimo flop di Vinales potrebbe portare lo spagnolo in futuro ad essere una carta per far vincere il titolo al compagno di squadra.

Rossi sorride (in parte). Bene Marini e Bastianini

Un weekend quasi perfetto per Valentino Rossi. Il Dottore è stato protagonista di un venerdì e un sabato da top ten per poi sbagliare la scelta della gomma in gara e chiudere in undicesima posizione. I segnali comunque sono positivi e la seconda parte del campionato potrebbe vederlo protagonista.

Rossi Valentino
Rossi Valentino

In chiave italiana da segnalare l’ottimo quinto posto di Petrucci. Il ternano ha confermato un grande feeling con questa pista e con la pioggia. Buona la prova anche di Luca Marini ed Enea Bastianini, dodicesimo e quattordicesimo. Giornata negativa, invece, per l’Aprilia. Sia Espargaro che Savadori hanno dovuto alzare bandiera bianca per un problema alla moto.

Marquez sta tornando, Suzuki: addio Mondiale?

Primi segnali di Marquez. Lo spagnolo con la pioggia ha riassaporato la testa della gara per poi non chiudere la gara per una doppia caduta. Ma l’ex campione del mondo sta tornando e presto lo vedremo lottare per la vittoria. Domenica no, invece, per la Suzuki con Rins e Mir fuori. La casa giapponese deve cambiare passo nella seconda parte del campionato per poter ritornare in lotta per il Mondiale.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/Ducati


Formula 1, orari e info streaming del GP di Monaco

Sale ancora il prezzo della benzina: 1,593 euro al litro