MotoGP, le prove libere del GP d’Olanda. Vinales il più veloce nelle prime due sessioni. Più in difficoltà le Ducati.

ASSEN (OLANDA) – E’ Maverick Vinales il più veloce al termine delle tre prove libere del GP d’Olanda, nona prova del Mondiale di MotoGP. Lo spagnolo è riuscito a firmare il miglior crono davanti al compagno di squadra Fabio Quartararo e il connazionale Pol Espargaro.

Una terza sessione che ha rivoluzionato un po’ la classifica. Aleix Espargaro, Mir, Rins, Nakagami, Oliveira, Rossi e Miller (la migliore delle Ducati) in Q2. Rispetto al venerdì fuori Zarco, Petrucci e Marquez (autore di una brutta caduta in Q2). Più in difficoltà, invece, Bagnaia (12esimo). Per loro ci sarà la possibilità di rientrare in lotta per la pole dalla Q1, ma gli avversari sono diversi.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Moto2, Augusto Fernandez il più veloce in Olanda

Doppietta Fernandez in Moto2 al termine delle tre sessioni di prove libere. Raul davanti al fratello Augusto. Nel mezzo dei due il nostro Marco Bezzecchi.

Settimo crono per il leader del Mondiale Remy Gardner. Più in difficoltà, invece, gli altri italiani. In Q2 troviamo anche Celestino Vietti, Tony Arbolino, Fabio Di Giannantonio e Lorenzo Dalla Porta. La loro posizione, però, va dalla nona alla dodicesima posizione, ma il cammino si preannuncia molto ostico visto che la prima fila sembra essere lontana.

MotoGP
MotoGP

Moto3, Suzuki il più veloce

E’ Tatsuki Suzuki il più veloce in Moto3 al termine delle due sessioni di prove libere. Il giapponese ha chiuso davanti a Darryn Binder e Dennis Foggia. Il romano è il migliore degli italiani davanti al connazionale Romano Fenati. 10° Elia Bartolini davanti a Niccolò Antonelli. Direttamente in Q2 anche il leader Pedro Acosta, autore di una caduta in questo turno di prove senza particolari conseguenze.. Un po’ a sorpresa fuori, invece, Jaume Masia e Riccardo Rossi.


Formula 1, Verstappen ed Hamilton i più veloci nelle libere in Austria. Penalizzazione per Bottas

F1, dal 2023 il GP di Russia si corre a San Pietroburgo