I risultati della seconda giornata di shakedown della MotoGP. Dani Pedrosa il migliore. Rinviato l’esordio sulla Yamaha di Lorenzo.

SEPANG (MALESIA) – Di nuovo in pista i collaudatori della MotoGP per la seconda giornata di shakedown. Il migliore è ancora una volta Dani Pedrosa che continua la sua revisione della Ktm. Grande attesa per Jorge Lorenzo per il suo ritorno alla Yamaha.

Lo spagnolo, però, non è sceso in pista con il collaudatore Nakasuga che ha effettuato qualche giro per ‘riscaldare’ la moto in vista del ritorno dello spagnolo. Sarà proprio l’ex campione del mondo a concludere i test per la scuderia giapponese prima del ritorno dei ‘titolari’ delle moto.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Dani Pedrosa il migliore

Dani Pedrosa continua a macinare migliori tempi in queste prime sessioni di test a Sepang. Lo spagnolo, dopo essere stato il più veloce nella giornata inaugurale, è riuscito a firmare il primo crono anche nel secondo giorno davanti al compagno di squadra Pol Espargaro.

Da segnalare anche l’ottima prestazione di Alex Marquez a bordo della sua Honda. La confidenza è sempre maggiore per lo spagnolo arrivato a conquistare il terzo crono davanti a gente più quotata come sicuramente Miguel Oliveira e Michele Pirro. Come detto in precedenza, nessun giro per Jorge Lorenzo che per la prima volta si è presentato a Sepang per risalire a bordo della sua Yamaha.

Alex Marquez Honda
Alex Marquez (fonte foto https://twitter.com/alexmarquez73)

Novità per la Honda

La grande novità in questa giornata è stata rappresentata dalla Honda che ha portato una nuova aerodinamica più accurata e studiata e non pasticciata come le precedenti. In casa Aprilia, invece, si prosegue a provare la moto del prossimo anno che ha diverse differenze rispetto allo scorso anno.

La scuderia italiana vuole provare a riscattare una stagione non semplice e per farlo cercherà di apportare diverse modifiche rispetto al 2019.

fonte foto copertina https://twitter.com/alexmarquez73

ultimo aggiornamento: 03-02-2020


Monowheel: caratteristiche e normativa di riferimento

Alonso sotto accusa si difende: “Non sono egoista”