Movimento 5 Stelle, Saviano sfida Di Maio: “Mi candido a Premier”

Luigi Di Maio potrebbe trovarsi il noto scrittore Roberto Saviano sulla sua corsa per la candidatura a candidato premier del M5S. L’attuale vice-presidente della Camera è l’unico candidato.

chiudi

Caricamento Player...

Alle 12 di ieri è scaduto il termine per presentare la propria candidatura online per la carica di candidato premier per il Movimento 5 Stelle. E, stando a quanto reso pubblico, Luigi Di Maio sarebbe l’unico a essersi presentato per guidare il partito di Grillo alle prossime elezioni politiche. Il vice-presidente della Camera dei Deputati, pertanto, si appresterebbe a ottenere un vero e proprio plebiscito dalla rete.

Saviano, sfida o provocazione?

Lo scrittore napoletano Roberto Saviano, noto per le sue posizioni antimafia, ha postato su Facebook il seguente messaggio: “Questa mattina mi sono svegliato con il desiderio di omaggiare Marco Pannella. Nel 2007 si candidò alle primarie del PD ma fu escluso perché non soddisfaceva i requisiti richiesti dal neonato Partito democratico. Ebbene, approfitto di questa sede per ufficializzare la mia candidatura a premier per il M5S. Lo faccio anche per trarre il MoVimento dall’impaccio di una situazione patetica per non dire bulgara. Per spezzare una lancia in mio favore, ammetto di non essere iscritto al MoVimento, ma condivido con Luigi Di Maio lo status di indagato per diffamazione (incidenti del mestiere). Votatemi!”.

Probabile esclusione

L’autore di “Gomorra”, tuttavia, non risulta essere iscritto al Movimento 5 Stelle e, pertanto, a termini di regolamento non può partecipare alla consultazione. Inoltre, la presentazione delle candidature terminava alle 12 di ieri. Con queste premesse, appare assai improbabile che il M5S accetti la candidatura di Saviano come candidato premier. A dire il vero, nel 2009 fu lo stesso Grillo a provare a candidarsi alle primarie del Pd contro Bersani, Franceschini e Marino, con lo slogan “Offro un’alternativa al nulla”. Il Partito Democratico,come nel caso di Pannella, decretò che il comico genovese non avesse i requisiti.

Otto candidati, solo un big

In realtà, oltre a Di Maio – unico big del M5S -, ci sono altri sette candidati. Ecco quindi la lista provvisoria dei candidati: Cicchetti Vincenzo, Di Maio Luigi, Fattori Elena, Frallicciardi Andrea Davide, Ispirato Domenico, Novi Gianmarco, Piseddu Nadia e Zordan Marco. Come si nota, solo la senatrice Fattori è abbastanza nota al pubblico. Di Battista spiegherà i motivi del suo disimpegno mentre l’ala ortodossa di Roberto Fico non parteciperà alla corsa.