Mps, chiesti otto anni per Mussari e Vigni

Processo Mps, chiesti otto anni di detenzione e una multa di 4 milioni per Mussari e Vigni. Sei anni invece per Gianluca Baldassarri.

È di otto anni di detenzione e quattro milioni di multa la richiesta di condanna dei pm per Giuseppe Mussari, ex uomo di punta di Mps a processo proprio per il crac della banca. Stessa richiesta per Antonio Vigni, mentre per Gian Luca Baldassarri (x responsabile dell’area Finanza) sono stati chiesti sei anni e un milione e mezzo di multa.

Chiesta la confisca ai danni di Nomura e Deutsche Bank AG

L’accusa ha chiesto inoltre la confisca di 448 milioni di euro per la Nomura e di 440 milioni per la Deutsche Bank AG. Per entrambi gli istituti è stata chiesta una multa di 1,8 milioni. Gli enti in questione avrebbero commesso irregolarità di natura amministrativa in occasione di una serie di operazioni con Mps.

Per i manager che all’epoca dei fatti si trovavano alla guida della Deutsche i pm hanno chiesto una condanna a cinque anni e otto mesi oltre a una multa di 1,4 milioni.

Tribunale di Milano
fonte foto https://www.facebook.com/francesco.nicastro

Caso Mps: il processo

Il processo vede alla sbarra sedici imputati. Il caso riguarda una serie di operazioni condotte dall’istituto bancario per coprire il buco causato dall’acquisizione della Antonveneta dal Banco Santander.

Secondo l’impianto accusatorio da Mps sarebbero state condotte operazioni mirate e finalizzate a nascondere agli istituti di vigilanza il buco nei conti dell’istituto bancario.

Gli imputati sono accusati a vario titolo dei reati di manipolazione del mercato, falso in bilancio, falso in prospetto e ostacolo all’autorità di vigilanza.

ultimo aggiornamento: 16-05-2019

X