Muggia, ripescata una macchina dalle acque del porto. A bordo una persona senza vita. Potrebbe trattarsi di uomo scomparso quasi due anni fa.

Giallo a Muggia, dove gli uomini dei Vigili del Fuoco hanno ripescato dalle acque del porto una macchina localizzata a circa tredici metri di distanza dal molo. All’interno è stato ritrovato il corpo di un uomo scomparso due anni fa.

La scoperta del veicolo sul fondale

La scoperta dell’abitacolo sul fondale è stata del tutto casuale. I Vigili del Fuoco erano in mare per la fase di test di un nuovo ecoscandaglio dato in dotazione al corpo. Durante i test lo strumento ha rilevato la presenza di un oggetto di grandi dimensioni.

Vigili del Fuoco
fonte foto https://www.facebook.com/vigilidelfuocolafanpage/

Le operazioni di recupero della macchina

Immediato l’intervento dei sommozzatori che hanno scoperto la vettura con a bordo un uomo morto probabilmente da molto tempo, stando alle condizioni del cadavere. I vigili del fuoco hanno ripescato la macchina dal fondale e hanno divelto il tetto della vettura per poter estrarre il corpo situato all’interno.

Le indagini e le prime ricostruzioni: potrebbe trattarsi di un uomo scomparso quasi due anni fa

L’analisi del cadavere è stata affidata alle Forze dell’Ordine. Grazie a una verifica sulla targa del veicolo, ancora leggibile nonostante l’azione corrosiva dell’acqua, gli inquirenti sono risaliti al proprietario. Si tratta di un uomo scomparso da due anni dopo aver lasciato la sua casa senza portare con sé il cellulare né il portafogli.

Gli indizi porterebbero a pensare che si tratti proprio di Salvatore Sgroi, ma gli inquirenti predicano calma e invitano a non saltare a conclusioni affrettate anche per rispetto dei familiari e degli amici della persona scomparsa. Saranno infatti le analisi del medico legale a fare definitivamente luce sull’identità dell’uomo trovato senza vita a bordo della Clio rossa ripescata dal mare dai vigili del fuoco.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
evidenza muggia trieste vigili del fuoco

ultimo aggiornamento: 03-12-2018


Carabinieri in servizio chiamano e navigano con il cellulare: il provvedimento dell’Arma

Torino, ragazzi con sindrome di Down cacciati da una pizzeria