L’Unione Europea multa Mastercard perché non permette ai commercianti di poter usufruire di tariffe migliori.

BRUXELLES (BELGIO) – Nuova dura sanzione da parte dell’Unione Europea. Bruxelles ha multato Mastercard per “non dare la possibilità ai commercianti di beneficiare di migliori condizioni offerte dalle banche di altre zone del mercato unico, violando le regole europee della concorrenza“. Per questo motivo l’azienda nelle prossime settimane dovrà pagare una cifra da 570 milioni di euro.

I motivi della sanzione sono spiegati dalla commissaria Margrethe Vestager, riportata da Sky TG24: “I consumatori UE usano ogni giorni carte di pagamento. Impedendo ai commercianti di guardarsi intorno per cercare migliori condizioni offerte da banche in altri Stati membri, le regole Mastercard aumentano artificialmente i costi delle carte di pagamento, danneggiando i consumatori e i commercianti“.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

senza commissioni
senza commissioni

Mastercard multata dall’Unione Europa per aver violato le regole della concorrenza

Non è la prima volta che Mastercard finisce nel mirino dell’Unione Europea. Un caso simile era già successo nel 2013 per le cosiddette tariffe interbancarie. Cioè l’azienda applicava i costi nascosti ai consumatori, quelli che la banca del consumatore applica a quella del commerciante quando autorizza una transazione con carta.

Un altro metodo ritenuto illegale da Bruxelles che in quel caso aveva emesso una nuova multa salata. Mastercard aveva collaborato alle indagini riuscendo ad ottenere un 10% di sconto. Questa volta la situazione sembra completamente diversa e non dovrebbero esserci dei ripensamenti da parte dell’Unione Europea.

Una scelta da parte dell’UE che rispetta le dure decisioni che sono state prese nelle ultime settimane. Diverse le multe effettuate alle aziende tra fine 2018 e inizio 2019. Nei prossimi mesi si continuerà la questa battaglia per cancellare tutte le cose che a Bruxelles sono considerate illegali con sanzioni pecuniarie molto alte. Una linea che potrebbe diventare molto più dura dopo le elezioni del 26 maggio 2019.

fonte foto copertina https://pixabay.com/en/credit-card-debit-card-mastercard-1799560/


Quanto costa la Visura Camerale? Non molto, ma non è mai gratuita

Il premier Conte a Davos: siamo una colazione forte, possiamo durare cinque anni