Oltre alle bollette e al carburante, a subire l’effetto dei rincari nel 2023 saranno anche le multe stradali: lo dice il Codacons.

Gli aumenti non riguardano solo bollette, carburante e alimenti. Adesso subiranno rincari anche le multe, a causa dell’inflazione. A partire dal 1° gennaio 2023 il costo delle multe aumenterà insieme all’inflazione. Secondo quanto previsto dal codice della strada, è necessario l’aggiornamento biennale delle sanzioni amministrative.  

Quindi nel caso in cui il governo non dovesse prendere alcun provvedimento in merito alla questione, automaticamente il prezzo delle multe aumenterà. In questa situazione, le associazioni dei consumatori si rivolgono al governo affinché faccia in modo che non avvengano altri rincari. 

Adesso subiranno rincari anche le multe, a causa della dilagante inflazione. Ciò avverrà in quanto l’adeguamento dei costi delle sanzioni avviene in automatico e negli anni dispari, sulla base di un parametro dell’Istat. Si tratta dell’indice “Foi” dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati. 

Multa

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Baldelli si appella al governo

Simone Baldelli, presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sui consumatori ricorda che, secondo l’articolo 195 del codice della strada, “la misura delle sanzioni amministrative pecuniarie è aggiornata ogni due anni in misura pari all’intera variazione, accertata dall’Istat, dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (media nazionale) verificatasi nei due anni precedenti”. 

E prosegue: “Chiedo a governo e parlamento una norma per bloccare al più presto il sostanzioso aumento degli importi delle multe stradali previsto per le prossime settimane”. Secondo quanto riferito dal Codacons, “Con un aumento degli importi delle sanzioni nell’ordine del +11% la multa per il divieto di sosta salirebbe a 46 euro da gennaio 2023, con un rincaro di 4 euro; quella per l’uso del cellulare alla guida a 183 euro (+18 euro); la multa per accesso vietato alla Ztl a 92 euro (+9 euro), mentre per il superamento dei limiti di velocità di oltre 60 km/h la mazzata raggiungerebbe i 938 euro (con un incremento di 93 euro rispetto agli attuali 845 euro)”.  

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 20-11-2022


Superbonus, rateizzazione per sblocco crediti

Bonus ristoranti, bar, piscine e catering: cosa c’è da sapere