Il nuovo codice della strada prevede multe più salate per chi usa il telefono alla guida. Sanzioni più severe anche per chi parcheggia in sosta vietata.

Nuovo codice della strada, multa quadruplicata per chi usa il cellulare alla guida. Brutte notizie per gli automobilisti che non riescono a resistere alla tentazione di usare il proprio telefono cellulare quando si trovano alla guida. Il nuovo codice della strada prevede infatti sanzioni salatissime e decurtazioni importanti dei punti della patente.

Multa per uso del telefono alla guida

La novità più rilevante del nuovo codice della strada, in Aula nel mese di maggio, interessa sicuramente l’uso del cellulare alla guida. Per questo tipo di infrazione sono previste multe fino a quattro volte più care rispetto a quelle attualmente previste. In caso di recidiva si procederà con la sospensione della patente.

Polizia
Fonte foto: https://www.facebook.com/poliziadistato.it

Multa per divieto di sosta

Per quanto riguarda gli automobilisti che parcheggeranno nei posti destinati ai disabili o sui marciapiedi, impedendo così la circolazione pedonale, è prevista la decurtazione di quattro punti della patente contro i due attualmente previsti. Raddoppiate anche le multe, che andranno da 161 a 647 euro.

Controlli stringenti sulle strade

Gli uomini delle forze dell’ordine potranno procedere con analisi della saliva per accertarsi che il conducente non abbia fatto uso di sostanze psicotrope. Al momento questa azione consentita solo nel caso in cui il soggetto mostri uno stato di evidente alterazione. Chi si rifiuterà di sostenere l’esame riceverà una multa da 422 a 1.697 euro.

Polizia Incidente
fonte foto https://www.facebook.com/poliziadistato.it/

Le altre novità previste dal nuovo codice della strada

Tra le novità previste dal nuovo codice della strada c’è l’estensione della validità del foglio rosa (12 mesi) e l’aumento della durata del giallo del semaforo, che dovrà durare almeno cinque secondi.

Durante la circolazione diurna non sarà obbligatorio accendere le luci di posizione o gli anabbaglianti. Gli scooter 125 potranno circolare sa in autostrada che sulle strade extraurbane

I provvedimenti che dovevano esserci e non ci sono…

Rispetto a quanto ipotizzato in un primo momento non c’è l’aumento del limite di velocità a centocinquanta chilometri orari sulle autostrade a tre corsie con asfalto drenante. Non passa neanche la proposta secondo cui i ciclisti avrebbero potuto viaggiare in senso contrario di marcia. Confermata invece la casa avanzata per la sosta dei ciclisti che potranno fermarsi più avanti rispetto alle macchine in coda evitando di inalare i fumi dei gas di scarico. Cade infine anche il divieto di fumo alla guida.


Formula 1, le caratteristiche del circuito di Shanghai

MotoGP, le caratteristiche del circuito di Austin