Muro con il Messico, i giudici bocciano lo stop. Trump incassa una vittoria

Il giudice Mcfadden ha stabilito che il tema del muro con il Messico non può essere discusso dalla Giustizia. Il tentativo dei democratici fallisce e Trump esulta.

USA – Il muro con il Messico può andare avanti. E’ quanto ha deciso il giudice Trevor Mcfadden, il quale ha bocciato il tentativo dei democratici di fermare temporaneamente il presidente Trump dall’usare fondi del Dipartimento della Difesa per la costruzione della barriera al confine meridionale.

No ai democratici

Il giudice Mcfadden, nominato dallo stesso tycoon, ha stabilito che i democratici della Camera non possono rivolgersi alla Giustizia su questo tema. In base a quanto previsto dalla Costituzione, il partito di opposizione non può sollevare obiezioni come quelle sui fondi per il muro con il Messico e portarle in tribunale. A questo si aggiunge il fatto che la Corte non vuole entrare nello scontro fra il presidente e il Congresso.

Messico
fonte foto https://twitter.com/MediasetTgcom24

Altre strade

Il giudice Mcfadden ha comunque spiegato come la decisione della Corte non implica che “il Congresso non possa in nessun caso perseguire il potere esecutivo per tutelare i suoi poteri“, mettendo in evidenza come la Camera abbia varie opzioni per sfidare le proposte del presidente.

Lo scontro Trump-democratici continua

La questione del muro con il Messico ha diviso l’opinione pubblica americana, tra i sostenitori pro-Trump e gli oppositori. Il presidente americano spinge sull’edificazione della barriera allo scopo di fermare l’immigrazione illegale. Una battaglia che potrebbe avere implicazioni anche sul piano economico, dato che il tycoon ha minacciato dazi sui prodotti “Made in Messico”.

ultimo aggiornamento: 04-06-2019

X