A 59 anni è morta la cantante Irene Fargo.

Poco prima di compiere 60 anni, Flavia Pozzaglio, in arte Irene Fargo è morta questa notte. La sua carriera aveva conosciuto il massimo splendore negli anni 90 quando portò sul palco dell’Ariston “La donna di Ibsen” nel 1991. La giuria di Sanremo rimase colpita da questa sua raffinatezza e la sua voce potente conquistò il pubblico insieme al suo caschetto nero e gli occhiali tondi.

Non vinse quell’edizione dove arrivò seconda. I suoi testi erano pieni di riferimenti all’arte e soprattutto al teatro e all’opera. Come la sua seconda canzone di Sanremo “Come una Turandot”. La sua carriera è proseguita tra Domenica in… e l’organizzazione di musical lavorando dietro le quinte. Ma la cantante non si è mai fermata e il suo ultimo cd risale al 2005 Insieme dove aveva raccolto una serie di cover e alcuni inediti.

lutto
lutto

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La passione per l’arte e la carriera nei musical

La carriera della cantante Irene Fargo era iniziata presto in un coro polifonico poi ha iniziato a esordire da solista sul palco del Festival di Castrocaro nel 1987. L’artista, insieme al suo nome d’arte nacque con l’incontro con Enzo Miceli e poi si è fatta conoscere a livello nazionale. Irene Fargo iniziò dagli anni Duemila a lavorare nei musical e a collaborare con il cinema come nel film ‘Nel mio amore’ della scrittrice Susanna Tamaro.

La causa della morte rimane ignota ma pare, da quanto si apprende, che fosse malata da tempo. A darne la notizia i giornali bresciani, dove viveva.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 02-07-2022


Serena Mollicone, uccisa 21 anni fa: “La porta è l’arma del delitto”

Leonardo Del Vecchio, l’apertura del testamento del patron di Luxottica