Cesena, musicista operato al cervello mentre suona il pianoforte

Cesena, musicista operato al cervello mentre suona il pianoforte

Musicista operato al cervello mentre suona il pianoforte. L’intervento è stato eseguito con successo al ‘Bufalini’ di Cesena.

CESENA – Musicista operato al cervello mentre suona il pianoforte. Questo intervento è stato eseguito al ‘Bufalini’ di Cesena da un team specializzato. “Ciò che lo rende raro ed eccezionale – ha precisato il dottor Luigino Tosatto è che in questo paziente abbiamo localizzato aree celebrali specifiche per la musica, molto complesse da rivelare, per preservare le sue le sue abilità musicali durante l’asportazione della massa tumorale“.

Nelle prossime ore sarà verificato il decorso post operatorio del paziente per cercare di capire se l’intervento ha avuto i suoi effetti positivi.

Musicista operato al cervello mentre suona il piano

La particolarità di questa operazione è sicuramente il fatto che il jazzista durante l’operazione ha suonato il pianoforte. Una situazione che ha permesso ai medici di poter mappare delle aree celebrali specifiche per la musica.

Si tratta di un passaggio fondamentale per il futuro visto che si potranno effettuare delle ricerche sulla complessità dei processi celebrali. Un intervento storico che molto presto potrebbe essere effettuato anche su altri pazienti in ospedali di tutto il mondo.

Ospedale
Fonte foto: https://www.facebook.com/pages/Ospedale-Pediatrico-Salesi/

Che cos’è la tecnica Awake Surgery

L’intervento con il paziente sveglio ha un nome particolare ‘Awake Surgery’. Una tecnica che da diversi anni è stata sdonagata in TV. Queste operazioni vengono effettuati in determinati casi su persone che vengono lasciate in condizione di veglia con un doppio scopo. Da un lato per trasportare la massa tumorale e dall’altro per conservare delle abilità specifiche e della qualità di vita post intervento.

A Cesena l’intervento è stato effettuato su un musicista con i medici che sono riusciti a mappare alcune zone del cervello particolarmente sensibili al suono. Nelle prossime settimane verranno effettuati tutti i controlli del caso per conoscere meglio una parte del nostro corpo molto particolare.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/pages/Ospedale-Pediatrico-Salesi/

ultimo aggiornamento: 17-11-2019

X