KIEV (UCRAINA)- Elon Musk in aiuto dell’Ucraina. Come riportato dall’Adnkronos, il miliardario sudafricano ha deciso di mettere a disposizione del Paese il servizio satellitare Starlink per consentire a tutti gli abitanti di poter disporre del servizio internet e soprattutto impedire alla Russia di negare l’accesso ad internet a tutta la popolazione.

Si tratta di una presa di posizione molto importante se si considera che la situazione in Ucraina è in continuo peggioramento. Vedremo se in futuro ci sarà una reazione da parte della Russia oppure si deciderà di non intraprendere decisioni nei confronti del miliardario sudafricano.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

L’appello del vicepremier ucraino

La decisione di Musk è arrivata anche dopo l’appello di Mykhailo Fedovorov. Il politico ha chiesto “di mettere a disposizione dell’Ucraina le stazioni starlink e di arrivare ai russi sani di mente affinché prendano una posizione“.

La prima risposta c’è stata. Non è chiaro se deciderà di scendere in campo anche per convincere Putin o altri esponenti di spicco di Mosca a mettere fine a questo conflitto. Si tratta, comunque, di una vicenda molto delicata e vedremo cosa succederà nei prossimi giorni.

Elon Musk
Elon Musk

Musk in aiuto dell’Ucraina

In questo momento Musk ha deciso di mettere a disposizione dell’Ucraina solamente un servizio satellitare. Ma non possiamo escludere che nei prossimi mesi decida di investire in questo Paese per rilanciarlo dopo un periodo molto complicato anche per la guerra.

Si tratta, come detto, di riflessioni che entreranno nel vivo solamente al termine del conflitto. Ora l’obiettivo principale è sicuramente quello di mettere la parola fine a questa guerra che, come detto in precedenza, sta provocando diversi morti e soprattutto migliaia di danni in tutta l’Ucraina. Ed è alto il rischio di avere dei numeri ancora più alti.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 27-02-2022


Negli ultimi 20 anni prezzi di beni e servizi triplicati, lo studio di Consumerismo

Ucraina, l’Italia chiude lo spazio aereo alla Russia