Napoli, Ancelotti: “Sono qui per vincere. E su Cristiano Ronaldo…”

Il nuovo tecnico del Napoli, Carlo Ancelotti, ha parlato in conferenza stampa dal ritiro di Dimaro. Ecco le sue dichiarazioni.

Napoli, Carlo Ancelotti si presenta. Beh, a dire il vero, uno come lui non ha certo bisogno di presentazioni. Prima conferenza stampa da tecnico dei partenopei per Carletto, che ha messo in bella mostra tutto il suo entusiasmo.

“Ho accettato il Napoli – ha dichiarato, come riporta Sport Mediaset – perché ha creduto nelle mie capacità. Poi avevo voglia di tornare in Italia e ho trovato una società che ha voglia di crescere e da un punto di vista tecnico una squadra che mi soddisfa, con una filosofia di gioco molto vicina alle mie idee. Accetto questa sfida con molto entusiasmo”.

“Non c’è solo la Juve, il calcio italiano ha mostrato molta incertezza, si è deciso nelle ultime gare. Noi dobbiamo fare la nostra strada. Non siamo qui per pettinare le bambole, siamo qui per vincere. A nessuno piace arrivare secondi, poi la stagione dirà cosa abbiamo meritato. Voglio rendere la squadra competitiva in tutte le competizioni e su tutti i fronti il più a lungo possibile”.

Fonte foto: https://www.facebook.com/ancelottiofficial/

Napoli, Carlo Ancelotti: “Top player? Servono giocatori funzionali”

Nel corso della chiacchierata con i giornalisti presenti a Dimaro, Carlo Ancelotti ha parlato anche delle strategie di mercato del Napoli.

“Siamo alla ricerca di un laterale destro, poi dobbiamo valutare Ghoulam, ma ci sono abbastanza certezze perché il periodo di recupero è corto. Per il resto, Albiol ha scelto di restare, Chiriches sta già abbastanza bene e poi c’è Tonelli, oltre a Luperto, che ha fatto molto bene l’anno scorso e lo stiamo valutando”.

“Top player? Non sono sempre quelli che guadagnano di più, bensì quelli più bravi e funzionali al nostro progetto. La prima cosa che ho detto al presidente è stata quella di tenere la struttura portante di questa squadra. È stato scritto che ho parlato con Ronaldo, Benzema, Di Maria, Cavani, David Luiz, ma io ho parlato solo con Giuntoli e il presidente”.

Cristiano Ronaldo
fonte foto https://twitter.com/realmadridfra

Cristiano Ronaldo-Juventus, Ancelotti: “Un vantaggio per il calcio italiano

Non poteva mancare una domanda su Cristiano Ronaldo, giocatore che Ancelotti conosce benissimo: “Casualmente arrivo in Italia nell’anno in cui arriva anche lui, ma il calcio italiano trae sicuramente vantaggio da questo, e non solo la Juventus, ma tutte le squadre. Per noi sarà una motivazione in più rivaleggiare con loro fino alla fine”.

Una considerazione anche sul ruolo di Dries Mertens: “Non credo possa fare l’ala, ma ha qualità per giocare anche tra le linee senza problemi. È un attaccante completo, da prima punta ero perplesso ma poi ha fatto 30 gol. Può giocare da punta, dietro la punta e come esterno, ma non da ala perché come Insigne gioca bene tra le linee e va sfruttato lì”.

Infine, Carlo Ancelotti ha parlato anche dei nuovi arrivi: “Meret è un talento e ha già fatto bene. Karnezis è esperto, lo aiuterà a crescere. Inglese ha fatto molto bene col Chievo, non è giovanissimo però ha potenzialità e Fabian Ruiz è un giovane già completo. Verdi come Mertens è bravo a giocare nella trequarti. Potrò variare l’atteggiamento tattico”.

Ecco un video con alcune giocate di Dries Mertens:

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 11-07-2018

Salvo Trovato

X