Napoli, Maradona riceve la cittadinanza onoraria: “Sono napoletano da sempre”

Il Pibe de Oro dopo la consegna a Palazzo San Giacomo: “Voglio ringraziare il sindaco e la gente che ha fatto sì che io diventassi come voi“.

chiudi

Caricamento Player...

Diego Armando Maradona è diventato napoletano a tutti gli effetti. Dopo le polemiche degli scorsi giorni, questa sera El Pibe de Oro ha ricevuto a Palazzo San Giacomo la cittadinanza onoraria dal sindaco Luigi De Magistris, prima di spostarsi a piazza Plebiscito per partecipare alla festa popolare in suo onore, davanti a 15mila napoletani scatenati, pazzi di gioia per il numero 10 più amato della storia partenopea, come riportato dalla Gazzetta dello Sport.

Maradona: “In Italia serve il pezzo di carta, dimenticano il cuore

Dal palco della piazza simbolo di Napoli, El Diez ha parlato così: “Siamo così per quello che è successo a Torino. Perché se non fosse successo niente tutto quel settore veniva riempito. Voglio ringraziare il sindaco e la gente che ha fatto sì che io diventassi un cittadino come voi. Lo sono stato sempre. In Italia si deve fare tutto con un pezzo di carta, si dimenticano del cuore. Per quello noi napoletani quando andiamo a giocare da altre parti soffriamo il razzista. È una cosa di cui parlare con Infantino, perché siamo tutti uguali. L’ho vissuto in carne e ossa, personalmente, e il napoletano viene discriminato. La prima volta che sono stato al San Paolo me ne sono andato via piangendo. Ma me ne sono andato piangendo anche quando me ne sono andato nel 1991. Non ho parole, dovunque vada io mi viene detto: ‘Diego, chi ama non dimentica!’