Napoli, Mertens: “Non c’è solo la Juve, Sarri grande allenatore”

L’attaccante azzurro ha parlato ai microfoni di Tiki Taka: “Dobbiamo pensare solo a noi stessi senza guardare cosa fanno gli altri”, ha dichiarato Mertens.

chiudi

Caricamento Player...

“La Juventus non è l’unica squadra da battere”. Dries Mertens ha le idee chiare e avverte i suoi in vista del proseguo della stagione: “Io sono concentrato sul Napoli – ha dichiarato l’attaccante azzurro a Tiki Taka – dobbiamo fare bene e non dobbiamo guardare gli altri. Comunque, la Juve non è l’unica squadra da battere, ci sono anche gli altri club. Però noi dobbiamo pensare solo a noi stessi, perché se iniziamo a guardare gli altri perdiamo. La Roma è forte e fa sempre grandi partite. Nainggolan è un mio compagno di Nazionale, è un grande giocatore che fa la differenza”.

Nel corso dell’intervista, Mertens ha speso parole d’elogio per il tecnico Maurizio Sarri: “Sappiamo tutti che è un grande allenatore, sta facendo grandi cose con il Napoli ed è bravissimo a fare giocare la squadra come vuole lui. Abbiamo visto quanto incide la sua mano sul gruppo e posso solo parlare bene del mister”. Una considerazione anche sul nuovo infortunio di Arkadiusz Milik: “Ha avuto una sfortuna incredibile. Siamo tutti con lui. Più responsabilità per me? Sì, ma io sono qui per giocare e per aiutare il gruppo”.

Champions League, il Napoli ospita il Feyenoord al San Paolo

Tra gli argomenti affrontati da Mertens a Tiki Taka, c’è anche quello relativo alla permanenza di Reina: “Lui e la sua famiglia stanno molto bene a Napoli. Mi ha fatto piacere che sia rimasto perché è un personaggio e per noi è molto importante sia in campo che fuori. Hamisk è un grande giocatore, abbiamo bisogno di lui e segnerà presto”. Questo, infine, il suo pensiero sulla sfida di Champions League contro il Feyenoord: “È una partita importante perché nella prima gara di Champions a Donetsk abbiamo perso, quindi questo match diventa fondamentale”.