Napoli, Milik operato al ginocchio: fuori almeno quattro mesi

L’intervento, durato un’ora, è stato effettuato stamane dal professor Mariani. Il Napoli ha già individuato il possibile sostituto di Milik.

chiudi

Caricamento Player...

Non c’è pace per Arkadiusz Milik. Dopo la rottura del legamento crociato del ginocchio destro rimediata nella passata stagione, ecco un nuovo calvario. Stesso infortunio, ma all’altra gamba: il ginocchio sinistro del centravanti polacco ha fatto crac nel corso della sfida contro la Spal. Il giocatore è stato operato stamane alla clinica Villa Stuart a Roma dal professor Pier Paolo Mariani. L’intervento è durato circa un’ora, i tempi di recupero sono di almeno quattro mesi.

“L’operazione è andata bene – ha dichiarato il prof. Marianil’intervento è riuscito senza nessuna problematica tecnica. Il ginocchio era stavolta più danneggiato, pur essendosi fatto male da solo”. Queste, invece, le dichiarazioni del professor De Nicola, medico sociale del Napoli: “I tempi di recupero, grosso modo, saranno gli stessi. Il primo mese dovremo andare più cauti. Il tempo di recupero totale sarà verosimilmente lo stesso per infortuni di questo genere. Ci confronteremo con il prof. Mariani e non rischieremo nulla. È un calciatore giovane e va trattato al meglio evitando pericolose ricadute. Milik si è visto crollare un po’ il mondo addosso. Anche l’altra volta era preoccupato, ma in Italia i calciatori li rimettiamo a posto. Altrove non è sempre così”.

Mercato Napoli: Inglese già a gennaio?

Una brutta tegola per il Napoli, che dovrà fare di necessità virtù, spremendo più del previsto Mertens. Al posto di Milik, a gennaio, potrebbe arrivare l’attaccante Roberto Inglese. La società partenopea ha acquistato il giocatore nel corso dell’ultimo mercato, salvo poi lasciarlo in prestito al Chievo fino alle prossima estate. Ma lo stop del polacco potrebbe spingere il Napoli ad anticipare il suo arrivo… Chievo permettendo. “L’accordo – ha affermato il ds clivense Romairone ai microfoni di Radio Crc – prevede che il calciatore resti con noi fino a giugno. Speriamo che questo tipo di inconveniente non porti problematiche. Inglese al Napoli a gennaio? È uno scenario tutto da verificare anche perché mi piace parlare con fatti concreti. Difficile fare valutazioni adesso”.