Omicidio suicidio a Portici, nel napoletano. Un 65enne ha colpito mortalmente la convivente e poi si è lanciato nel vuoto dal quarto piano.

NAPOLI – Caso di cronaca nera nella serata di lunedì a Portici, popolo comune della costa campana, distante una manciata di chilometri dal capoluogo.

Portici, omicidio suicidio

Un uomo ha ucciso la convivente e poi si è gettato dal quarto piano della sua abitazione ed è finito al suolo privo di vita. Il fatto è avvenuto in un condominio di via Libertà 216 a Portici.
Secondo una prima ricostruzione degli investigatori, Giovanni Fabbrocino (65 anni) – incensurato – avrebbe colpito con diversi fendenti al corpo la sua convivente, Maria Adalgisa Nicolai (59 anni).
La donna, colpita con un coltello, è morta a causa delle ferite. L’uomo, dopo l’efferato gesto, si è suicidato lanciandosi dal quarto piano dell’abitazione. Sul posto stanno operando i carabinieri. Poco prima dei fatti, i vicini avevano sentito delle urla provenire dall’abitazione dei due. Da quanto si apprende, non vi sarebbero state in precedenza denunce per litigi tra i due.

Carabinieri
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/carabinieri.it

La donna era ricercatrice di scienze e tecnologie alimentari al Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi di Napoli ‘Federico II, dove si era laureata in Scienze Agrarie nel 1991. 

https://www.youtube.com/watch?v=l_u02cDRRHs

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
cronaca nera Napoli omicidio suicidio Portici

ultimo aggiornamento: 28-07-2020


Genova omaggia le vittime con un concerto-tributo (VIDEO)

Coronavirus, Trump: “Credo che molti governatori debbano riaprire gli stati”