Napoli, ragazzo canta una canzone neomelodica e spara: identificato

È stato identificato il ragazzo che a Napoli in un video virale cantava una canzone neomelodica con una pistola in mano.

NAPOLI – Il video diventato virale sui social aveva causato diverse polemiche. Nel filmato si vede un ragazzo di tredici anni che canta una canzone neomelodica con una pistola in mano e poi spara. Secondo quanto scoperto dalla polizia si tratta di un giovane di origine siciliane che dedicava il brano ai detenuti. Prima di essere oscurato per chiari motivi di sicurezza, il video aveva ottenuto oltre mille condivisioni e centomila condivisioni.

La denuncia era stata fatta da Francesco Emilio Borrelli, consigliere dei Verdi che in passato è stato uno dei protagonisti principali della denuncia della presenza di formiche in ospedale.

Polizia
Polizia di Stato (fonte foto: https://www.facebook.com/poliziadistato.it/)

Napoli, tredicenne canta canzone neomelodica con pistola in mano: identificato dalla polizia postale

Il minorenne è stato identificato dalla Polizia Postale che con una nota è entrata nei particolari della vicenda: “Alla luce della viralità e del conseguenze allarme sociale destato dal video – si legge nel comunicato riportato da Sky TG24la Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Napoli ha tempestivamente aperto un fascicolo per il coordinamento delle indagini del caso. Grazie agli accertamenti complessi condotti dai poliziotti del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni di Napoli mediante consultazione incrociata di fonti aperto e di banche di polizia, ieri il protagonista è stato identificato in un giovane siciliano di 13 anni cresciuto in un contesto difficile“.

La vicenda è seguita anche dai servizi sociali che molto probabilmente nei prossimi giorni insieme agli inquirenti ascolteranno i genitori e il ragazzo per capire meglio la loro situazione familiare. Un gesto che ha causato diverse polemiche sui social con molti che chiedevano di oscurare il video per non dare un cattivo esempio. Le indagini sono ancora in corsa.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/pg/poliziadistato.it

ultimo aggiornamento: 06-01-2019

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X