Il tecnico partenopeo è tornato a parlare in conferenza stampa alla vigilia della sfida di domani contro il Torino al San Paolo

E’ un Maurizio Sarri in vena di punzecchiature quello che si è presentato questo pomeriggio nella sala stampa di Castel Volturno per presentare la sfida con il Torino. In particolare Sarri ha messo in evidenza un dato a suo parere molto strano: “La Roma ha avuto otto rigori, noi zero, ed è particolare visto che siamo le squadre che giocano più palloni in area. Ma è un numero destinato a riequilibrarsi perché era capitato anche lo scorso anno nel girone di andata di non avere rigori a favore e poi il dato si è parzialmente riequilibrato. Il 2016? E’ stato un anno da chiudere in bellezza. Abbiamo conlcuso la passata stagione al secondo posto e ora siamo arrivati agli ottavi di Champions: bene così“.

Testa al Toro

A chiudere il 2016 sarà in verità l’insidiosa trasferta di Firenze, alla quale Sarri preferisce ancora non pensare, concentrandosi invece sulla formazione granata: “Quella di Mihajlovic è una squadra molto pericolosa in fase offensiva e con un allenatore che in poco tempo ha fatto recepire alla squadra i suoi concetti. Noi, però, mentalmente stiamo crescendo, ora dobbiamo dare continuità a prestazioni e risultati senza fare calcoli sulle altre squadre. Speriamo di arrivare a marzo-aprile con un elevato livello di brillantezza, anche per questo sto cambiando spesso formazione“.

Champions, Roma e Pavoletti

Infine, è stato domandato a Sarri un breve commento sul Real Madrid, avversario dei prossimo ottavi di Champions, secondo quanto decretato dall’urna di Nyon: “Mi ero ripromesso che prima o poi avrei fatto la Champions e ci sono riuscito, sarà un piacere per tutti andare a giocare al Bernabeu e sfidare il Real: una partita prestigiosa contro un avversario quasi proibitivo visto che si tratta dei campioni in carica della competizione. Comunque, fin qui ci abbiamo pensato davvero poco: non più di dieci secondi. Juve-Roma? Stasera ci rilasseremo a cena, non penso che guarderò la partita. Pavoletti? Non parlo dei giocatori altrui,c erto che mi ha fatto incazzare quando mi ha fatto tre goal con il Sassuolo ad Empoli...“.

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati


Milan, ecco la lista di SES: nove società con asset da oltre mille miliardi!

Milan-Atalanta, le formazioni ufficiali: tra i rossoneri c’è Bonaventura