Un mese prima della scissione di Di Maio dal M5S, si palesa un secondo addio al partito moderato da Giuseppe Conte.

Dopo Luigi Di Maio, ecco far capolino l’addio di Dino Giarruso, che attacca frontalmente il leader del Movimento Stellato, rispetto a diversi temi citati da Di Maio. Il primo tema, riguardo senz’altro la democrazia interna.

Gianrusso però non se ne sta con le mani in mano, e ha subito deciso di scatenarsi in un nuovo viaggio politico: “Poche chiacchiere e molti fatti, il movimento politico Sud Chiama Nord coinvolgerà nuovamente i cittadini, oggi più che mai disamorati dal teatrino dei partiti vecchi e nuovi, per liberare insieme l’Italia, partendo dalla Sicilia”.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il partito “Sud Chiama Nord”

Insieme all’ex sindaco di Messina, Cateno de Luca, Gianrusso si lancia così nella creazione di un nuovo partito. I due hanno già preventivato le varie cariche. Gianrusso coprirà la mansione di segretario nazionale, mentre De Luca sarà il coordinatore. Alla coppia, si associa anche Ismaele La Vardera, ricoprente l’incarico di presidente del nuovo partito.

Il trio ha spiegato in una nota che: “Sarà un movimento popolare e al tempo stesso un partito che, ispirandosi ai principi autonomistici e federativi dei territori, vuole definire ed attuare un concreto patto di solidarietà tra Sud e Nord, integrando un nuovo quadro di politiche nazionali ed europee finalizzate a eliminare le sperequazioni sociali economiche ed infrastrutturali tra il Meridione e il resto dei territori europei, che non rendono competitivo il sistema Italia”. Al centro dei temi caldi da risolvere dal neonato partito, ci prospettano il lavoro, la sicurezza e l’efficienza.

mani cooperazione uomo donna
mani cooperazione uomo donna

L’entusiasmo dei rappresentanti di Partito

I rappresentanti ne sono estremamente entusiasti: “Il partito sarà impegnato per la prima volta nelle elezioni regionali siciliane di Novembre, ma ha già iniziato interlocuzioni con altre forze civiche e associazioni presenti in tutte le Regioni italiane, con lo scopo di federare e compattare tutte quelle realtà politiche avulse dal giogo dei due grandi poli, centrodestra e centrosinistra”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 27-06-2022


Morto lo scrittore Raffaele La Capria, vincitore del Premio Strega

Pregliasco: “Omicron 5? Ce la faremo proprio tutti, è un disastro”