Tegola Psg, il presidente Nasser Al Khelaifi indagato per corruzione

Mondiali di atletica leggera in Qatar, il presidente del Psg Nasser Al Khelaifi indagato per corruzione. Al vaglio degli inquirenti due pagamenti sospetti

Problemi in casa Psg, Nasser Al Khelaifi è indagato per corruzione. Il ricchissimo proprietario della squadra francese e della BeInSport è finito al centro di un’indagine legata alla candidatura di Doha per i mondiali di atletica leggera del 2019.

Nasser Al Khelaifi indagato per corruzione

Nel mirino degli inquirenti che seguono l’indagine ci sarebbero due pagamenti ritenuti sospetti operati proprio da Nasser Al Khelaifi, o meglio dalla Oryx Qatar Sports Investment, società di Nasser Al-Khelaïfi e di suo fratello Khalid.

Paris Saint-Germain
fonte foto https://www.facebook.com/PSG/

Le indagini degli inquirenti

Il versamento sarebbe stato destinato a una società guidata dal figlio dell’ex presidente della Federazione internazionale di atletica leggera.

Il sospetto è che i pagamenti nascondano un servizio prestato dall’allora numero uno dell’atletica leggera Lamine Diack che, secondo le ipotesi investigative, potrebbe aver lavorato per rinviare gli appuntamenti e caldeggiare la candidatura del Qatar per i Mondiali.

La speranza della Roma

Proprio il nome del presidente del Psg aveva infiammato pochi giorni fa i cuori dei tifosi della Roma. Alcuni organi di stampa avevano infatti riportato la notizia dell’interessamento del patron per i giallorossi.

I tifosi romanisti sono ormai in aperto contrasto con l’attuale proprietà, colpevole di aver liquidato nel peggiore dei modi due bandiere del calibro di Francesco Totti, accontentato con un ruolo dirigenziale, e Daniele De Rossi, costretto a chiudere la carriera lontano da Roma.

Al momento l’interessamento del numero uno del Psg non ha trovato riscontri concreti, ma l’estate ancora ha da venire…

ultimo aggiornamento: 23-05-2019

X