Quali sono i migliori modelli di navigatore per moto? Ecco tutto quello che c’è da sapere, sul funzionamento e sui prezzi più vantaggiosi.

La sicurezza per i motociclisti è un elemento essenziale mentre si è alla guida. Le due ruote sono una vera passione, ma è importante anche sapere dove si va. In questo senso, figurato ma soprattutto pratico, viene in aiuto il navigatore per moto, uno strumento utilissimo per sapere la strada giusta da prendere e dove si è. Si tratta dunque di assistere il motociclista aiutandolo a scegliere il sicurezza il percorso da prendere evitando spiacevoli inconvenienti.

Infatti il gps per moto deve essere sempre aggiornato con i cambiamenti dell’ultimo minuto, come deviazioni e lavori in corso, che possono creare problemi di viabilità e ritardi sulla tabella di marcia. Ecco quindi quali sono le caratteristiche di questo strumento, i modelli e le marche migliori e i prezzi.

Come funziona il navigatore per moto: le caratteristiche

Come scegliere un navigatore per moto che vada bene per le nostre esigenze? E soprattutto quali differenze ci sono con i navigatori per auto? Bisogna dire prima di tutto che un navigatore per le due ruote deve essere agganciato al manubrio della moto, e che sia ben saldo per evitare che si stacchi o che perda la posizione a seguito delle vibrazioni costanti che solo una moto comporta.

Motociclista
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/motociclista-moto-corsa-veicolo-407123/

Inoltre il materiale in cui è realizzato, a differenza di quello per auto, è più resistente in quanto le due ruote non sono riparate dalla pioggia, dal calore e dalle intemperie meteorologiche come succede per l’auto. Quindi la scelta non può essere la stessa che si può fare per un veicolo a quattro ruote. Ecco quali sono le caratteristiche ottimali:

Gps. Per un navigatore satellitare, il gps è chiaramente fondamentale, perché esso mostra dove si è in quel momento e la distanza e il tempo che ci si mette per arrivare a una determinata meta. Le onde radio che passano dal satellite permettono la creazione di mappe in tempo reale. È necessario da questo punto di vista che il navigatore che si sceglie sia provvisto di un aggiornamento mappe in tempo reale, anche se non tutti lo permettono in maniera gratuita.

Connessione. Essere connessi a Internet, in particolare tramite il Bluetooth, permette di collegare il proprio smartphone al navigatore, in modo da prendere le chiamate proprio dallo strumento. Tutto questo in assoluta sicurezza.

Materiali utilizzati. Come già accennato, i materiali migliori da scegliere per il navigatore per moto devono essere molto resistenti, in particolare alle intemperie. Infatti esso dovrà essere in qualche modo impermeabile in caso di pioggia, per evitare danneggiamenti.

Display. Una delle caratteristiche più importanti è il display: le dimensioni contano, in quanto uno schermo troppo piccolo non sarebbe troppo visibile dal guidatore, ma uno troppo grande può essere troppo ingombrante. La scelte quindi deve essere una via di mezzo, 4 o 5 pollici è l’ideale. Touch screen e schermo anti riflesso sono due caratteristiche che rendono un modello ancora più vantaggioso.

Itinerari. La scelta del percorso è fondamentale per arrivare dove si vuole nel minor tempo possibile. A seconda delle proprie esigenze si può personalizzare il proprio itinerario. Questa opzione darà più valore al navigatore.

Il migliore navigatore per moto: i modelli da scegliere

Per quanto riguarda la scelta vera e propria del navigatore, si può optare per due marche leader del mercato: TomTom e Garmin. Per il primo i migliori modelli sono il TomTom Rider 500, il TomTom Rider 550 e il TomTom Rider 400. Invece per la seconda marca, i migliori modelli tra cui scegliere sono: Garmin Zumo 396 e Garmin Zumo 345.

Per quanto riguarda i TomTom, essi sono compatibili con Siri e Google Now, quindi sarà possibile utilizzare i comandi vocali per l’impostazione del percorso. Invece per i Garmin, tra le altre cose, c’è la possibilità di ricevere una notifica in caso di incidente sul percorso.

Navigatore per moto: i prezzi e i costi

Per avere ancora di più idea sul modello che si può scegliere bisogna vedere il costo e i prezzi di ciascuno. Per quanto riguarda il top di gamma, ovvero il TomTom Rider 500, il prezzo è competitivo, ovvero dai 350 ai 400 euro a seconda delle offerte presenti.

Anche per quanto riguarda il Garmin Zumo 396 il prezzo va dai 300 ai 400 euro. Stessa cosa per gli altri modelli, considerati i migliori da scegliere in fatto di comfort alla guida, sicurezza e versatilità.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/motociclista-moto-corsa-veicolo-407123/


Alitalia, il Governo anticipa gli stipendi di aprile

Valentino Rossi allontana il ritiro: “Il tempo l’avrà vinta ma provo a rendergliela difficile”